Ultime dal Blog ACP

  • Cibi industriali meglio di quelli naturali? Vietato disinformare
    I pediatri ACP si dissociano dalla campagna AIIPA per promuovere negli studi pediatrici gli alimenti industriali per la prima infanzia e invitano i colleghi medici a non aderire all’iniziativa. Gli alimenti in commercio sono già controllati per legge e la filiera del prodotto fresco è validata dai ministeri dell’Agricoltura e della Salute: i medici non […] Leggi tutto..

  • GRUPPO CRC: GIORNATA NAZIONALE INFANZIA
    COMUNICATO STAMPA 21 novembre 2016  Giornata Nazionale Infanzia: tra le molte iniziative, pubblicati il IV Piano Nazionale di azione e di interventi per la tutela dei diritti e lo sviluppo dei soggetti in età evolutiva ed il Piano biennale nazionale di prevenzione e contrasto all’abuso e allo sfruttamento sessuale dei minori.  Il Gruppo CRC, il […] Leggi tutto..

  • Risk, ecco i nuovi profili di responsabilità riscritti dalla Igiene e Sanità
    E’ stato pubblicato il molto atteso DDL 2224 “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”, molte e importanti le novità che andrebbero commentate da chi “ne sa”.   di Barbara Gobbi Il testo approvato dalla commissione Igiene e Sanità del Senato 4 nov. [Sole24ore Sanità] Anteprima. Ecco il […] Leggi tutto..

Leggi altro »

A colpo d'occhio



Rubrica a cura di Enrico Valletta* e Martina Fornaro*


Muovi la rotella del mouse sull'immagine per fare lo zoom.

TAC dell’addome in bambina di tre anni in dieta chetogenica
Di cosa si tratta?

Prova ancora scegliendo un'altra risposta.


Giusto!

Nefrolitiasi e nefrite
La bambina è in dieta chetogenica per encefalopatia ed epilessia intrattabile da due anni. Presenta febbre elevata, importante incremento degli indici di flogosi e addominalgia. L’ecografia mostra un rene destro con riduzione della differenziazione cortico-midollare per diffusa iperecogenicità della corticale. Alla TAC il rene destro è aumentato di volume, con scarsa differenziazione cortico-midollare e edema diffuso compatibili con nefrite diffusa. Le cavità escretrici sono minimamente più evidenti. A livello del giunto pielo-ureterale si nota una formazione litiasica di 7 mm (Figure 1 e 2) che ha verosimilmente favorito l’infezione renale.
La nefrolitiasi è una complicanza nota della dieta chetogenica che favorisce la deposizione di calcoli attraverso meccanismi diversi: ipercalciuria, ipocitraturia, cristallizzazione dell’acido urico a pH acido, ridotta idratazione. Alcuni farmaci antiepilettici (topiramato, zonisamide) possono incrementare ulteriormente il rischio. La somministrazione di potassio citrato per alcalinizzare le urine contribuisce a prevenire la nefrolitiasi in questi bambini.

Bibliografia

– McNally MA, Pyzik PL, Rubenstein JE, et al. Empiric use of potassium citrate reduces kidney-stone incidence with the ketogenic diet. Pediatrics 2009;124:e300-4.Sampath A, Kossoff – – EH, Furth SL, et al. Kidney stones and the ketogenic diet: risk factors and prevention. J Child Neurol 2007;22:375-8.
– Paul E, Conant KD, Dunne IE, et al. Urolithiasis on the ketogenic diet with concurrent topiramate or zonisamide therapy. Epilepsy Res 2010;90:151-6.

 

Figura 1

figura1

Figura 2

figura2


(
415
Risposte totali)

* U.O. Pediatria, Ospedale G.B. Morgagni - L. Pierantoni, AUSL della Romagna, Forlì.

© Le immagini dei quiz della rubrica "A colpo d'occhio" sono di proprietà dell'ACP e non possono essere estrapolate e/o riprodotte.