ACP > Editoria > Quaderni ACP > Leggere e fare > Allattamento e malattie respiratorie: esiste un nesso?
Quaderni acp - 2004; 11(2): 89
quaderni acp
Quaderni acp 2004_11(2)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

Allattamento e malattie respiratorie: esiste un nesso?

Pediatra di famiglia, Barcellona (Spagna)

Breast feeding and respiratory diseases: is there a link?

In the attempt to understand whether there is a casual link between feeding in the first periods of life and the appearance of respiratory diseases later on, different cohort studies have been published. One of these is an Australian study regarding 2602 children, of these 2456 completed it. 39% of these children had been breast fed only for 6 or more months. There was a significant association between having consulted a doctor four or more times for upper respiratory tract infections and breast feeding for less than 2 months (OR 1.39) and weaning before 6 months (OR 1.22). The research considers parent’s information as the only available data and doesn’t take into account that the majority of lower respiratory tract infections with wheezing, observed, could be infections and not allergies. Moreover, it could be possible that (even if not clearly defined) a certain number of children referred as breast feeding only, could in truth be not only breastfeeding, but partially taking formula. The different bias present in the papers considered, underlined also by the author, do not consent at the moment definite conclusions.

Continuano a essere pubblicati studi di coorte nel tentativo di capire se esista un nesso causale tra alimentazione nelle prime epoche della vita e comparsa di malattie respiratorie nelle età successive. Uno studio australiano riguarda 2602 bambini che entrarono nello studio e 2456 lo completarono. Il 39% dei bambini era allattato al seno, senza l’aggiunta di altro latte, per 6 mesi o piú. L’essere ricorsi quattro o piú volte al medico per infezioni respiratorie alte era significativamente associato a un allattamento al seno “predominante” per meno di 2 mesi (OR 1,39) e con lo svezzamento prima dei 6 mesi (OR 1,22). Le informazioni avute dai genitori sono il solo dato su cui si fonda la ricerca che non tiene conto che la maggioranza delle malattie respiratorie basse con sibili osservate sono probabilmente infezioni e non allergie. Sembra possibile inoltre che (sebbene non sia chiaramente specificato) un numero indeterminato di bambini il cui allattamento è classificato come predominante avessero in realtà un allattamento parziale o complementare. L’autore mette in luce i vari bias dei lavori pubblicati che non permettono, dunque, al momento di trarre conclusioni definitive.

Leggere e fare
Quaderni ACP

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?