ACP > Editoria > Quaderni ACP > Narrative Medicine > L’emicrania di Valentina
Quaderni acp - 2004; 11(5): 225-225 e 234
quaderni acp
Quaderni acp 2004_11(5)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

L’emicrania di Valentina

Pediatra di famiglia, ACP Milano e Provincia; Pediatra di famiglia, Verona

Valentina’s migraine
The following scenario regards the use of propranolol in migraine prophylaxis for an 11 year old girl. Parent’s request regards the opportunity to go on with a few weeks treatment as prescribed by the neurologist. No more information comes from a search through secondary literature or a data bank compared to the expert’s point of view and casuistry. The expert remains then the only real reference for the paediatrician. Thus, a true and careful listening during which the paediatrician shows interest and respect towards parents point of view remains the best tool available. A careful use of communicating strategies in getting back the necessary information for parents is also important. The choice to follow the prescribed treatment becomes then fruit of a shared
and conscious agreement.

Il problema analizzato in questo scenario riguarda l’utilizzo del propranololo nella profilassi dell’emicrania in una ragazzina di 11 anni e il quesito dei genitori sull’opportunità di proseguire tale trattamento per alcune settimane, come prescritto dalla specialista consultata. La ricerca sulle pubblicazioni secondarie e quella in banca dati non forniscono alcuna informazione aggiuntiva rispetto al punto di vista e alla casistica dell’esperto, che restano l’unico riferimento per la pediatra prima di procedere nel suo intervento con la famiglia. Un ascolto reale, in cui vengono espressi interesse e rispetto per i dubbi e le perplessità dei genitori, e l’utilizzo attento di alcune strategie comunicative nella restituzione delle informazioni a loro necessarie sono alla base di un’adesione condivisa e più consapevole al trattamento farmacologico in corso.

Narrative Medicine
Quaderni ACP

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?