ACP > Editoria > Quaderni ACP > Leggere e fare > Si può migliorare l’accuratezza diagnostica dei test per il GH?
Quaderni acp - 2004; 11(5): 221-222
quaderni acp
Quaderni acp 2004_11(5)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

Si può migliorare l’accuratezza diagnostica dei test per il GH?

Specializzande in Pediatria, Università di Messina

Can GH test diagnostic accuracy be improved?
The problem analyzed in the following scenario regards a 12 year old girl with a severe decrease in growth velocity and a quite bad growth prevision. Since provocative tests for growth hormone release show a deficiency, she begins therapy with growth hormone; after two years during which puberty started and provocative tests show normal values, therapy is interrupted, nevertheless growth velocity appears normal . The authors ask themselves whether a pre treatment with estrogens in order to realize a pubertal type condition can improve diagnostic accuracy of provocative tests and point out real growth hormone deficiency. Research of secondary literature (Cochrane database) doesn’t give results, through Pubmed a double blind RCT is found with pertinent results. Estrogen priming could be considered in pre pubertal stages of development in children with an uncertain phenotype, with abnormal GH tests and with a diagnostic doubt of a constitutional growth and pubertal delay, in order to make a distinction with real growth hormone deficiency.

Il problema analizzato in questo scenario riguarda una bambina di 12 anni con un importante difetto staturale e una pessima previsione staturale che, alla luce di test da stimolo per il GH alterati, inizia terapia sostitutiva con GH. Dopo due anni, avviata la pubertà, i test da stimolo risultano normali e la bambina continua a crescere nonostante l’interruzione della terapia con ormone della crescita. Le autrici si chiedono se un pretrattamento con estrogeni, tale da creare una condizione similpuberale, possa migliorare l’accuratezza diagnostica dei test per il GH ed evidenziare i reali deficit classici di ormone della crescita. La ricerca in letteratura secondaria (Cochrane Database) non ottiene revisioni sull’argomento; quella su PubMed permette di ottenere un RCT in doppio cieco che fornisce risultati pertinenti. Il priming con estrogeni potrebbe essere effettuato in bambini prepuberi con un quadro fenotipico incerto, test per il GH alterati e con un forte sospetto diagnostico di ritardo costituzionale di crescita e pubertà per distinguerli preventivamente da coloro che presentano un deficit classico di ormone della crescita.

Leggere e fare
Quaderni ACP

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?