ACP > Gruppi di Lavoro > Prevenzione Malattie Infettive > Aggiornamento aviaria 5 dicembre 2005
05 Dic 2005
stampa

Aggiornamento aviaria 5 dicembre 2005

Il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie (ECDC), ha emanato di recente un documento “chiave” che chiarisce quali siano i problemi prioritari sui quali intervenire per contenere l’influenza aviaria. La redazione di Epicentro (portale italiano di epidemiologia) l’ha tradotto in italiano e messo on line sul suo sito www.epicentro.iss.it che contiene una sessione dedicata all’aviaria ben documentata e aggiornata costantemente.
Il documento del CDC europeo in lingua originale: [salva]
Il documento del CDC europeo tradotto in italiano: [salva]
Il meeting mondiale che si è tenuto a Ginevra dal 7 al 9 novembre 2005 alla presenza dell’OMS, OIE (Organizzazione mondiale della salute animale), FAO, Banca Mondiale e i rappresentanti di più di 100 Paesi del mondo, ha concluso che:

  • in base alle attuali evidenze, il passaggio del virus H5N1 dagli uccelli all’uomo appare non facile;
  • nonostante decine di milioni di polli infettati e l’esposizione di milioni di persone al virus nel giro di 2 anni, i casi umani identificati sono stati 125;
  • oggi non saremmo pronti ad affrontare una pandemia, ci servono ancora 1-2 anni;
  • l’intervento più efficace per contenere la malattia è il controllo degli allevamenti avicoli dove può avvenire il passaggio del virus dagli animali infetti all’uomo;
  • è urgente intervenire nel Sud Est asiatico per modificare le condizioni di vita e le abitudini degli allevatori.

Leggi la documentazione completa del meeting di Ginevra:
L’FDA sta valutando il significato di numerose segnalazioni di eventi avversi importanti dopo assunzione di Tamiflu in bambini e adolescenti. I sintomi segnalati riguardano disturbi neurologici, morti e reazioni cutanee gravi.
Leggi la nota dell’FDA.