ACP > Gruppi di Lavoro > Prevenzione Malattie Infettive > Aggiornamento aviaria 11 febbraio 2006
11 Feb 2006
stampa

Aggiornamento aviaria 11 febbraio 2006

In Italia
E’ stato isolato il virus H5N1 in 21 cigni in Sicilia, Calabria e Puglia. 20 di questi sono morti. Il primo ritrovamento risale al 9 febbraio. Il Ministro della Salute ha dichiarato in una conferenza stampa che si tratterebbe di un H5N1 ad alta patogenicità.
Leggi i particolari sulle news di Epicentro.
E’ pronto il Piano pandemico nazionale per la preparazione e la risposta ad una pandemia influenzale. Ratificato il 9 febbraio 2006 dalla Conferenza Stato-Regioni, il testo completo del Piano è scaricabile sul sito di Epicentro.

In Europa
Il Centro per il controllo delle malattie europeo (ECDC) è pronto a inviare i suoi esperti in Iraq, dopo la conferma provvisoria che una ragazza di 15 anni sia morta per infezione da virus H5N1.
Sono stati confermati dai laboratori britannici 12 dei 21 casi umani sospetti in Turchia. Dopo l’adozione delle misure di controllo non è stato segnalato nessun nuovo caso umano.
A Cipro è stato isolato il virus H5N1 altamente patogeno in un campione animale.
Leggi sul sito dell’ECDC le notizie in dettaglio.

Nel mondo
L’8 febbraio l’OMS ci informa che il virus H5N1 è stato riscontrato in volatili domestici nel Nord della Nigeria, facendo così la sua comparsa per la prima volta in Africa. L’OMS ha inviato là i suoi esperti per limitare il contagio, che potrebbe essere favorito dalla mancanza di controlli e dalle scarse condizioni igieniche negli allevamenti nigeriani.  [Leggi]
Confermati in Cina 11 casi cumulativi di H5N1 nell’uomo, di cui 7 sono deceduti. I primi 2 casi erano stati segnalati a metà novembre 2005. [Leggi]
Leggi i rapporti periodici e la situazione complessiva mondiale, nella sezione del sito OMS dedicato all’aviaria.