ACP > Editoria > Quaderni ACP > Appropriatezza dei ricoveri in Pediatria
Quaderni acp - 2006; 13(4): 141-145
quaderni acp
Quaderni acp 2006_13(4)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

Appropriatezza dei ricoveri in Pediatria

Studio prospettico multicentrico nell’anno 2003(*)

Clinica Pediatrica, Università degli Studi di Milano-Bicocca; Ospedale Madonna delle Grazie, Matera; International Centre on Birth Defects, Roma; Pediatra di famiglia, Mestre (Ve); Pediatra di famiglia, Firenze

Appropriateness of hospitalisation in paediatrics. A 2003 prospective multicenter
study
Objective The evaluation of appropriateness of hospitalisation and hospital stay in the Operative Paediatric Units in the year 2003. The comparison with a precedent study done in 1993.
Materials and methods A PRUO (Protocol for Hospital Use Revision), an adapted version of AEP (Appropriateness Evaluation Protocol) has been adopted. An index day was chosen, the 15th of every month in 2003.per le giornate di degenza).
Results 23 Operative Paediatric Units participated in the study, all over the Italian regions, except for Tuscany, Umbria and Sicily. 631 days of hospitalisation were examined and 1935 hospital stay days for a total amount of 2566 days. Only 14% of children are hospitalised by their paediatrician. The great part of hospitalisations are spontaneous. 16% of hospital admissions and 20% of hospital stays are inappropriate. Among the reasons of such inappropriateness are the long waits for examinations or consultants (61% for hospitalisation and 53% for hospital stay) and therapies (13% for hospitalisation and 19% for hospital stay).
Conclusions 16% of hospitalisations are inappropriate. This is comparable with a previous study in 1993. 20% of hospital stay are inappropriate vs 37% of the previous 1993 study.

Obiettivi Lo studio si è proposto di valutare l’appropriatezza dell’ammissione e delle giornate di degenza nelle Unità Operative di Pediatria nell’anno 2003 e di confrontare i risultati con quelli di uno studio precedente effettuato nell’anno 1993.
Materiali e metodi È stato utilizzato il PRUO (Protocollo per la Revisione dell’Uso dell’Ospedale), adattamento italiano dell’AEP (Appropriateness Evaluation Protocol) degli Stati Uniti per esaminare l’appropriatezza delle ammissioni e delle singole giornate di degenza. Il rilevamento è stato fatto in una giornata indice (il 15) di ogni mese nell’anno 2003.
Risultati Allo studio hanno partecipato 23 Unità Operative di Pediatria, distribuite in tutte le regioni italiane, ad eccezione della Toscana, dell’Umbria e della Sicilia. Sono state esaminate complessivamente 631 giornate di ammissione e 1935 giornate di degenza, per un totale di 2566 giornate. Solo il 14% dei bambini viene inviato in ospedale dal pediatra di famiglia. La maggior parte degli accessi al Pronto Soccorso dell’ospedale avviene spontaneamente. Il 16% delle ammissioni e il 20% delle giornate di degenza sono risultati inappropriati. Tra i motivi di inappropriatezza del ricovero prevalgono quelli legati all’attesa dell’esecuzione o dell’esito di esami diagnostici o consulenze (61% per le ammissioni e 53% per le giornate di degenza), alla esecuzione di terapie (13% per le ammissioni e 19% per le giornate di degenza).
Conclusioni Il 16% delle ammissioni è risultato inappropriato. Questo risultato è sovrapponibile a quello dello studio precedente, effettuato nel 1993. È risultato inappropriato il 20% delle giornate di degenza, vs il 37% dello studio del 1993.

Quaderni ACP
Ricerca
Ricerche pubblicate

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?