ACP > Editoria > Quaderni ACP > Il caso che insegna > Francesco: prematuro con fratture costali a tre mesi
Quaderni acp - 2006; 13(6): 269-272
quaderni acp
Quaderni acp 2006_13(6)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

Francesco: prematuro con fratture costali a tre mesi

UOC di Pediatria, AORN “A. Cardarelli”, Napoli; UOS di Radiologia Pediatrica, AORN “A. Cardarelli”, Napoli; Centro Medico Sociale Don Orione, Napoli

Francesco, a premature birth child with rib fractures at three months of age

Francesco is a 2 month and 25 days old baby born of premature birth at the 27th week of gestational age, with a birth weight of 1270 g. He has been hospitalised from birth in a neonatal intensive care unit and afterwards for bronchiolitis. He is now admitted in hospital for a suspect of milk aspiration in the upper airways. A chest x-ray shows the presence of consolidated and multiple rib fractures with bony callus. In a process of differential diagnosis we have considered perinatal traumatic events, bone fragility or accidental trauma, and also the possible presence of fractures due to resuscitation manoeuvres. Although not being the fracture site specific for child abuse (lateralposterior), a posterior fracture of the 10th rib (specific for child abuse) together with an apparently recent fracture of the 6th rib makes the diagnosis of rib fractures due to abuse possible. An appropriate notification was made to social services and to the Juvenile Court in the jurisdiction of Naples.

Francesco è un lattante di due mesi e venticinque giorni, nato a 27 settimane di età gestazionale con peso alla nascita di 1,270 kg. È stato ricoverato in Terapia intensiva neonatale (TIN) alla nascita e successivamente per bronchiolite. Ora viene ricoverato per sospetta inalazione di latte. Una radiografia del torace eseguita per altri scopi dimostra sorprendentemente la presenza di un callo consolidante su fratture costali multiple. L’attenzione si rivolge, naturalmente, all’origine delle fratture. Vengono prese in considerazione, nella diagnostica differenziale, le fratture da traumi perinatali, da fragilità ossea e da traumi accidentali. Poiché il bambino era stato ricoverato due volte in TIN, alla nascita e poi successivamente per bronchiolite, occorreva escludere anche la possibilità di fratture da manovre rianimatorie subite dal bambino durante i ricoveri in TIN. Nonostante la sede delle fratture (postero-laterali) non specifica per abuso, la presenza della frattura posteriore della X costa (specifica per abuso) e la frattura della VI costa (che aveva un aspetto radiografico di frattura più recente), è stata posta diagnosi di fratture costali da abuso fisico. L’abuso sospetto è stato segnalato al Servizio sociale e denunciato alla Procura presso il Tribunale dei minori di Napoli.

Il caso che insegna
Quaderni ACP

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?