ACP > Editoria > Quaderni ACP > Il punto su > La diagnosi precoce di malattia meningococcica
Quaderni acp - 2006; 13(6): 273-275
quaderni acp
Quaderni acp 2006_13(6)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

La diagnosi precoce di malattia meningococcica

UOC di Pediatria e Patologia Neonatale, Ospedale S. Paolo, Napoli

Early diagnosis of meningococcal disease
A recent publication on two influential medical journals, BMJ and Lancet (7-8), of two papers regarding meningococcal disease has contributed to a revision of the diagnostic and organizational aspects of meningitis, especially of meningococcal septicemia. This sepsis still has a high mortality rate in the world. Three new very early symptoms of the disease compared to the appearance of purpura are reported (cold hands and feet, leg pains and changes in skin colour). One of the two papers focalises the attention on early diagnosis, able to reduce mortality if children at the early appearance of symptoms are promptly treated for septicemia. We therefore recall the attention of paediatricians, infectious diseases specialists and intensive care operators on the importance of early diagnosis, prompt therapy and appropriate care of children with meningococcal sepsis. This remains s the most frequent cause of death for infectious disease.

Prendendo spunto da due articoli comparsi di recente su due autorevoli riviste di Medicina (BMJ e Lancet) vengono riviste la diagnostica e l’organizzazione delle cure alla malattia meningococcica, meningite ma soprattutto setticemia meningococcica; quest’ultima, gravata ancora in tutto il mondo da un’altissima mortalità. Vengono poi descritti e discussi tre nuovi sintomi ad esordio molto precoce rispetto alla porpora (piedi e mani fredde, dolori alle gambe, alterazioni del colorito cutaneo). Sulla base dei risultati di una delle due ricerche, che dimostra che i bambini trattati tempestivamente e correttamente per lo shock settico presentano una mortalità significativamente più bassa, si richiama l’attenzione dei pediatri, infettivologi e rianimatori sulla tempestività e appropriatezza delle cure ai bambini affetti da sepsi meningococcica. Si conclude, infine, che una tempestiva diagnosi e un appropriato trattamento possono contribuire a ridurre l’alta mortalità di questa che è la più frequente causa di morte per malattia infettiva

Il punto su
Quaderni ACP

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?