ACP > Editoria > Quaderni ACP > Esperienze > Un’esperienza di formazione al counselling in ambulatorio pediatrico
Quaderni acp - 2006; 13(5): 218-221
quaderni acp
Quaderni acp 2006_13(5)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

Un’esperienza di formazione al counselling in ambulatorio pediatrico

Formatori UO di Neuropsichiatria Infantile, Psicologia, Riabilitazione dell’Età Evolutiva, AUSL Cesena; Formatori esterni; Pediatri

A training experience in counselling in paediatric ambulatory care facilities
This is the second paper regarding a training course in systemic counselling in Cesena (Italy) in 2004 (see Quaderni acp 2006;4:166). The course’s intermediate phase, during which every training part has been structured in two moduli, is described. In the first part, the Calgary-Cambridge Observation Guide, a plan used to identify and evaluate individual skills of the consultation, has been used by paediatricians during ambulatory video recorded visits. In the second part, attention has been focused on the emotional aspects (thoughts, images, feelings and meanings) observed in the paediatrician- patient interaction. Through a simulation of the paediatricians’ critically emotional situations during office visits, the emotional dynamics have been analysed. With both a shared observation and a confrontation among paediatricians a behaviour strongly influenced by the paediatrician’s consolidated and apparently objective knowledge and his own personal experiences related to the problems analysed, emerged. A shared empathy, often sacrificed by a more “medical” and conceptual “stepplan” approach, has been considered of crucial importance.

L’articolo, secondo di una serie riguardante caratteristiche e ricadute del corso di formazione al counselling sistemico svoltosi a Cesena nel 2004 (vedi Quaderni acp 2006;4:166), ne descrive la tappa intermedia, dove ogni incontro formativo è stato strutturato in due moduli. Nel primo, i pediatri partecipanti hanno utilizzato in modo sistematico la Calgary-Cambridge Observation Guide, modello di conduzione del colloquio in ambito medico, come strumento di monitoraggio e valutazione delle proprie abilità di counselling in sedute ambulatoriali videoregistrate nei rispettivi ambulatori. Nella seconda parte degli incontri l’attenzione è stata spostata sugli aspetti emotivi (pensieri, immagini, sentimenti, significati) osservati in ciascun pediatra nell’interazione con il paziente. Le dinamiche emotive sono state analizzate attraverso simulazioni di situazioni emotivamente critiche vissute dal medico durante la seduta ambulatoriale. Attraverso l’osservazione condivisa e il confronto fra pediatri partecipanti al corso e formatori, è emerso un comportamento del pediatra in generale fortemente influenzato, durante la consultazione, da proprie conoscenze consolidate e apparentemente oggettive, e da esperienze personali relative al problema in esame in quel momento. Cruciale è risultato inoltre l’aspetto della condivisione empatica, spesso sacrificata all’osservanza di una “scaletta” concettuale e molto “medica”.

Esperienze
Quaderni ACP

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?