ACP > InformACP > Il Blog ACP > Disuguaglianze: gli incidenti uccidono i poveri
23 Mar 2007
stampa

Disuguaglianze: gli incidenti uccidono i poveri

Incidenti e cause violente determinano il 9% delle morti e il 14% dei problemi di salute nella Regione Europea dell’OMS. I Paesi più poveri* della Regione hanno probabilità di morire per incidenti di 3,6 volte maggiori rispetto ai Paesi ricchi. La differenza più elevata si riscontra nelle morti per avvelenamenti (rapporto 16,97), nella violenza interpersonale (13,80) e nell’annegamento (9,20); la differenza minore negli incidenti da traffico anche in relazione alla differenza di motorizzazione fra Paesipoveri e ricchi. I tassi di mortalità sono assai più bassi nei Paesi della UE (45/100.000 nel 2003 e in continua discesa) rispetto a quelli della Regione Europea dell’OMS (98/100.000 nel 2003) e del complesso dei nuovi Stati indipendenti della Regione, che sono riportati in corsivo
nella nota (170/100.000).
(Lancet 2006;368:2243)
* Paesi della Regione Europea dell’OMS con basso e medio reddito: Albania, Armenia, Azeibargian, Bielorussia, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Repubblica ceca, Estonia, Georgia, Ungheria, Kazakistan, Lituania, Polonia, Moldavia, Romania, Russia, Serbia-Montenegro, Slovacchia, Tagiskistan, Turchia, Ucraina, Uzbekistan. Paesi della Regione Europea dell’OMS con alto reddito: Andorra, Austria, Belgio, Cipro, Danimarca,
Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Islanda, Italia, Lussemburgo, Malta, Monaco, Olanda, Norvegia, Portogallo, S. Marino, Slovenia, Spagna, Svezia, Svizzera, UK.
stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?