ACP > Editoria > Quaderni ACP > La formazione del medico in tre controversie dei giorni d’oggi
Quaderni acp - 2007; 14(3): 128-130
quaderni acp
Quaderni acp 2007_14(3)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

La formazione del medico in tre controversie dei giorni d’oggi

Intervento a Wonca Europe 2006

Faculty of Clinical Sciences, Department of Primary Care and Population Sciences, University College London, UK

Training in general practice: three contemporary controversies
In this essay we present Trisha Greenhalgh’s intervention at the 2006 Wonca Europe Conference. The Author speaks about training, in particular about contemporary controversies emerging in our professional training. In teaching family medicine when we consider three aspects of learning we face up with an impact area: What should we know? We need to acquire knowledge necessary to our practice from research. What should we do? In order to answer this question, which includes the great part of medical activities, we should know ethical principles and human virtues. What should we dare to hope? To learn to use creativity and imagination both in scientific reasoning and in the human dimension of our practice. These reminders are then resumed by Giorgio Bert in a comment full of stimulus very useful for professional training in medicine.

In questo saggio viene presentato l’intervento di Trisha Greenhalgh a Wonca Europe 2006. L’Autore tratta di formazione, in particolare, di alcune controversie contemporanee nella nostra formazione professionale. Nell’insegnamento della medicina di famiglia, l’area d’impatto s’incontra quando si considerano insieme questi tre aspetti dell’apprendimento. Cosa possiamo sapere? Dobbiamo acquisire dalla ricerca le conoscenze necessarie alla nostra pratica. Cosa dovremmo fare? Per rispondere a questa seconda domanda, che include la maggior parte dell’ attività medica, dobbiamo conoscere i principi etici e le virtù umane. Cosa osiamo sperare? Imparare a usare la creatività e l’immaginazione sia nel ragionamento scientifico che nella dimensione umana del nostro lavoro comporta l’estensione dell’insegnamento anche a “cosa osiamo sperare”. Le sollecitazioni sono state successivamente riprese da Giorgio Bert, in un commento ricco di stimoli per la formazione professionale in medicina.

Quaderni ACP
Saggi

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?