ACP > Editoria > Quaderni ACP > Il caso che insegna > OSAS: Obstructive Sleep Apnea Syndrome
Quaderni acp - 2007; 14(2): 82-84
quaderni acp
Quaderni acp 2007_14(2)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

OSAS: Obstructive Sleep Apnea Syndrome

Quando si inizia dalle complicanze

Centro di riferimento regionale per la SIDS, Regione Piemonte; Centro di Medicina del Sonno Indirizzo Cardiorespiratorio, Fondazione “Salvatore Maugeri”, IRCCS - Veruno; Pediatra di famiglia, ASL 7, Chivasso

OSAS: Obstructive Sleep Apnea Syndrome. Starting from complications
4 clinical cases regarding children with a diagnosis of OSAS (Obstructive Sleep Apnea Syndrome) and rather unexpected symptoms are described. A 18 month old child with lack of appetite, weight loss and sporadic vomit in the morning. After a gastroenterology investigation the mother refers that it’s a year that the child snores and has sleep apnea. An oximetry monitoring during sleep reveals an OSAS. The second case is a two year old child with tonsils’ hypertrophy, snoring and troubled sleep with apnea. His oximetry monitored at home during sleep reveals an OSAS and for this reason a tonsillectomy is performed. However, for the persistence of the same symptoms and the presence of OSAS through an oximetry monitoring, an adenoidectomy is afterwards performed. After surgery slight symptoms are still present and an oximetry monitoring still reveals OSAS. The third case is a fourteen year old child with Down’s syndrome who has undergone adenoidectomy and tonsillectomy at eight years of age. For the presence of apnea and cyanosis he is monitored during sleep with an oximetry which reveals the presence of OSAS. Nocturnal polysomnography confirms a severe case of OSAS. The problem is solved with a continuous positive airway pressure at home during sleep.

Vengono presentati 4 casi clinici riferiti a bambini con diagnosi definitiva di OSAS (Obstructive Sleep Apnea Sindrome), presentatisi con sintomi piuttosto inattesi. Un bambino di 18 mesi con inappetenza, calo ponderale e saltuari episodi di vomito al mattino, è indagato dal punto di vista gastroenterologico. Successivamente, la madre riferisce che da un anno ha russamento e pause del respiro durante il sonno. La saturimetria nel sonno a domicilio rivela un quadro di OSAS. Un secondo bambino di 2 anni ha ipertrofia tonsillare, russamento notturno e sonno agitato con episodi di apnee notturne. La saturimetria nel sonno a domicilio rivela un quadro di OSAS, per cui viene eseguita solo una tonsillectomia senza adenoidectomia. Per il persistere della sintomatologia e del quadro saturimetrico di OSAS deve essere eseguita l’adenoidectomia. Dopo l’intervento, la sintomatologia non è completamente regredita. Una registrazione notturna della saturimetria rileva un quadro migliorato, ma evidenzia un quadro residuo, assai più lieve, di possibile OSAS. Il terzo caso riguarda un quattordicenne con sindrome di Down, adenotonsillectomizzato a 8 anni e sottoposto a monitoraggio della saturimetria nel sonno per arresto del respiro e di cianosi periorale nel sonno compatibile con un quadro di OSAS. La polisonnografia notturna domiciliare conferma la presenza di un quadro grave di OSAS. Viene quindi sottoposto a pressione positiva continua domiciliare nel sonno che risolve il problema.

Il caso che insegna
Quaderni ACP

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?