ACP > InformACP > Il Blog ACP > Una protesi del 1000 a.C.
17 Set 2007
stampa

Una protesi del 1000 a.C.

L’agenzia France Press nei giorni scorsi ha annunciato un importante studio archeologico, su una mummia egizia risalente a un periodo compreso tra mille e seicento anni prima di Cristo. La particolarità è quella di un grosso alluce artificiale, ritrovato al piede di questa mummia che potrebbe essere la prima protesi funzionale al mondo, secondo ricercatori britannici.

Il finto alluce, in legno e cuoio, è attualmente esposto al Museo del Cairo. Ricercatori del centro di egittologia biomedica dell’Università di Manchester hanno in programma una serie di esami per dimostrare che esso serviva effettivamente ad aiutare a camminare una persona rimasta mutilata al piede. In tal caso si avrebbe la prova che l’uso di protesi è di diverse centinaia di anni più antico di quanto si credesse finora, riferiscono i ricercatori in uno studio. La protesi sicuramente funzionale più antica finora nota era una gamba in bronzo romana, risalente a trecento anni a.C. Era conservata a Londra ma andò distrutta in un bombardamento durante la seconda guerra mondiale. Altre strutture analoghe sono state ritrovate dagli archeologi, ma si trattava chiaramente di oggetti non funzionali, utilizzati semplicemente per ragioni estetiche.

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?