ACP > InformACP > Il Blog ACP > Sanità: Italia 18ª o 2ª?
04 Gen 2008
stampa

Sanità: Italia 18ª o 2ª?

L’Italia è 18ª in Europa per quanto riguarda l’assistenza sanitaria a misura di consumatore, perdendo sette posizioni rispetto allo scorso anno, quando si piazzò all’11º posto. A dirlo l’“Euro health consumer index” nell’edizione 2007, una clas sifica redatta da Health Con sumer Power house – azienda che fornisce informazioni sui sistemi sanitari in Europa, con sede a Bruxelles che la stila dal 2005. L’edizione 2007 della classifica, che considera 29 Paesi, ha visto svettare al primo posto l’Austria, seguita dai Paesi Bassi, vincitori dell’edizione 2005, e dalla Francia che invece è arrivata prima lo scorso anno. “L’Italia dispone attualmente di servizi di informazione sanitaria piuttosto buoni, trasparenti e accessibili. Peccato che i cittadini non ne sono bene informati: un po’ più di marketing non guasterebbe!” ha detto Johan Hjertqvist, presidente di Health Consumer Powerhouse commentando i risultati italiani.
L’“Euro health consumer index” premia o gni anno il migliore tra i sistemi sanitari nazionali dei Paesi europei, prendendo in considerazione cinque aspetti fondamentali per i consumatori: i diritti e l’informazione dei pazienti, i tempi di attesa per trattamenti comuni, i risultati delle terapie, la generosità del sistema e l’accesso ai farmaci. L’In dex viene tracciato attraverso una combinazione di statistiche pubbliche e ricerca indipendente, Health Consumer Powerhouse (Reuters, 1 ottobre 2007). Per contro, secondo il Comitato indipendente di valutazione delle buone pratiche (OMS) la Sanità italiana è la seconda al mondo per capacità e qualità dell’assistenza in rapporto alle risorse investite (Il Sole 24 ORE Sanità 2007;9-15 ottobre, pg 8).
stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?