ACP > InformACP > Il Blog ACP > Povertà globale e riviste mediche
16 Feb 2008
stampa

Povertà globale e riviste mediche

Pubblichiamo questo commento di Lancet (2007;370:1460) a una iniziativa alla quale le riviste italiane sono state sorde.
Nell’ultima settimana di ottobre, 235 riviste di 37 Paesi hanno partecipato alla discussione sul tema: “Povertà globale e sviluppo umano” nel Council of Science Editors. Sono stati pubblicati, su questo tema, 750 articoli in 110 Paesi. Gli articoli ritraggono questa situazione: 1 miliardo di persone vive con meno di 1 dollaro al giorno; nel mondo ci sono più risorse alimentari che nel passato e basterebbero a sfamare il doppio degli abitanti; il numero dei poveri è cresciuto in 10 anni di 200.000; nel 2006 il 10% della popolazione ha consumato l’85% delle disponibilità; 1,8 milioni di bambini muo iono ogni anno per diarrea. Il richiamare l’at tenzione a questi numeri è lodevole, ma non basta. Come è lodevole attrarre l’attenzione scientifica sulla mortalità neonatale e materna, sulla salute riproduttiva, sulla salute mentale, sulle politiche evidence based per affrontare questi problemi. Alla fine di ogni giornata della settimana dedicata a questi problemi altre 30.000 persone saranno morte per malattie collegate alla povertà. Bisogna fare di più.
stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?