ACP > Editoria > Quaderni ACP > Narrative Medicine > Il pediatra: vittima o complice?
Quaderni acp - 2008; 15(4): 175-176
quaderni acp
Quaderni acp 2008_15(4)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

Il pediatra: vittima o complice?

Relazione al Convegno “L’ansia cresce, ma non fa crescere. Genitori, pediatri e la salute dei bambini” (Bergamo, 15 febbraio 2008)

Pediatra di famiglia e formatore al counselling sistemico, Verona

The paediatrician: victim or accomplice?
Paediatric prescription could be greatly improved, this is what both the ARNO report and the SPES 2002-2003 study group underlined. The article analyzes the Italian context from the viewpoint of evidence based and narrative medicine. Medical education and training cannot leave out of consideration both aspects: content and relation.

Il rapporto ARNO 2003 e lo studio del gruppo SPES 2002-2003 mettono in evidenza che la prescrizione farmaceutica in età pediatrica è suscettibile di ampio miglioramento. L’articolo analizza il contesto italiano e propone una chiave di lettura dei dati sia in ottica evidence based medicine che in quella narrativa. La formazione necessaria non può prescindere da entrambi gli aspetti: quello del contenuto e quello della relazione.

Narrative Medicine
Quaderni ACP

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?