ACP > InformACP > Il Blog ACP > Il figlio del soldato Keivan
15 Nov 2008
stampa

Il figlio del soldato Keivan

Il 20 agosto 2002 un soldato israeliano, Keivan, ferito nella striscia di Gaza, morì in ospedale militare. I genitori ottennero che fosse conservato un suo campione di sperma per potere avere un ricordo vivo del figlio, con l’affitto di un utero (Keivan non aveva né moglie, né fidanzata). Da qui nacque una complicata e inedita questione legale conclusa nel 2007 con l’autorizzazione della Corte di Israele per l’utilizzo del seme da parte della famiglia e con la decisione che il bambino nato fosse il legale erede del soldato Keivan, nonostante mancasse una sua autorizzazione. Esiste, infatti, in Israele la possibilità per i soldati di conservare il seme e la sua disponibilità per le mogli dei soldati morti, ma il caso del soldato Keivan era più complesso (The Lancet 2008;371:2166).
stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?