ACP > InformACP > Il Blog ACP > Il racconto di un viaggio fantastico
17 Ago 2009
stampa

Il racconto di un viaggio fantastico

José Saramago
Il viaggio dell’elefante
Einaudi 2009
pp. 202, euro 19
Siamo a metà del XVI secolo, e nell’Europa tramortita dai venti della protesta luterana fa la sua comparsa l’elefante Salomone, giunto dall’India a stupire le folle ma che adesso, a Lisbona, non fa che “mangiare e dormire”. Sembra una presenza inutile, quand’ecco che Joào III, sovrano del Portogallo e dell’Algarve, e sua moglie Caterina d’Austria decidono di inviarlo in dono all’arciduca Massimiliano, proprio ora che si trova a Valladolid in quanto reggente di Spagna. Il regalo viene accettato, e così si procede a organizzare la carovana che dovrà accompagnare il portentoso quadrupede e il suo cornac Subhro prima da Lisbona al confine con la Spagna, e poi da Valladolid fino a Vienna, passando per Genova, Verona, Padova e Innsbruck. Il romanzo è quindi il racconto
di questo viaggio, di questa variopinta comitiva di ufficiali, soldati, servitori, preti, cavalli e buoi che, in mezzo a molte difficoltà e tra ali di gente entusiasta, ha il compito di scortare il prezioso dono fino a Vienna, dove l’elefante sarà artefice di un “miracolo” squisitamente umano. Un libro corale, ironico e delicato, che ti coinvolge in prima persona, gettandoti, attraverso la forza visionaria della scrittura, nei meandri della storia in cui tutti siamo immersi. Fai il viaggio in sieme all’elefante Salomone/Solimano, stai seduto con Subhro/Fritz sulla testa del pachiderma. Hai freddo, hai caldo, fai amicizia con l’ufficiale, assisti al “miracolo” voluto dalla Chiesa… Non sei più tu!
Nicola D’Andrea
stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?