ACP > InformACP > Il Blog ACP > Vaccino A/H1N1: "bufala" o di verità?
02 Ott 2009
stampa

Vaccino A/H1N1: "bufala" o di verità?

Gentile dott. Gangemi,
come da accordi telefonici in data odierna le inoltro quello che ho reperito in internet sul vaccino A/H1N1 (scarica).
Gradirei a beneficio mio e di tutti i cittadini sapere se si tratta di una “bufala” o di verità.
Grazie per la collaborazione.
Distinti saluti
Rolando
Gentile Sig. Montresor,
le notizie che ha trovato su Internet sono prive di fondamento scientifico e non documentate. Come spesso accade, vengono mescolate alcune informazioni vere insieme a pura fantasia.

E’ vero che l’MF59 è a base di squalene, ma non mi risulta che questa sostanza abbia a che fare con la discussa Sindrome del Golfo. Si tratta di uno degli adiuvanti (sostanze che potenziano la risposta immunitaria) che l’industria sta utilizzando nei vaccini. Non c’è solo l’MF59, ce ne sono diversi. E’ vero che l’adiuvante fa risparmiare la quantità di antigene da usare in ogni dose e quindi permette un minor costo nella produzione, ma un vaccino con meno antigene significa anche la somministrazione di un dosaggio più basso diciamo di “principio attivo”, facendo un’analogia con gli altri farmaci. E questo è un vantaggio per chi lo riceve.
L’MF59 è contenuto da molti anni in un vaccino antinfluenzale della Novartis per gli anziani. Riguardo a questa età esistono molti studi e molti dati che non rivelano reazioni preoccupanti. Il problema è caso mai avere dati relativi alla vaccinazione con questo adiuvante nei bambini e nei giovani adulti.
Quello che chiede l’ACP è che si disponga di dati sufficienti sui bambini per valutare l’efficacia e la sicurezza di questo vaccino anche per poter informare adeguatamente le famiglie.
L’industria dice che ci sono, aspettiamo di vederli.

Come da accordi telefonici, per far sì che l’informazione raggiunga il maggior numero di persone e soprattutto i genitori, provvederemo a mettere questa sua richiesta e la nostra risposta sul sito dell’ACP: www.acp.it

Cordialmente.

Luisella Grandori, Referente vaccinazioni ACP
Michele Gangemi, Presidente ACP
stampa

C' é 1 commento:

  1. GP - 14 Nov 2009 8:42 AM

    Gentile Sig. Montresor,
    stimolata dalla sua domanda, ho approfondito meglio la documentazione disponibile sulla sindrome del Golfo. La valutazione che si può fare è più articolata e più complessa di quella che le avevo riferito in precedenza. Sul blog trova l’aggiornamento alla nota “La sindrome del golfo non è una sindrome”.
    Cordialmente, Luisella Grandori