ACP > InformACP > Il Blog ACP > Il Decreto Brunetta e la Sanità
30 Nov 2009
stampa

Il Decreto Brunetta e la Sanità

La bozza del Decreto Brunetta prevede che i dipendenti pubblici, per l’attribuzione dei “premi”, saranno classificati in tre fasce di merito.
Il 25% sarà nella fascia “alta” e si vedrà attribuito il 50% delle risorse disponibili, un altro 50% nella fascia media avrà la info Quaderni acp 2009; 16(6) restante metà; l‘ultimo 25% non avrà nulla. Uno su quattro dei dipendenti di una UO ospedaliera o territoriale non avrà quindi nulla, anche se l’UO avesse, per ipotesi, raggiunto tutti gli obiettivi prefissati. Sarà quindi estremamente difficile per il responsabile delle UO la gestione di un siffatto modello: potrebbe trovarsi in una situazione in cui ogni compito attribuito ai collaboratori è stato attuato e dovere comunque effettuare una classificazione che farebbe perdere a uno su quattro la corresponsione del premio.
Questo almeno secondo la bozza attuale (Il Sole24ORESanità 7-13/07/2009).
stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?