ACP > Editoria > Appunti di viaggio > AdV 2010-N02
01 Feb 2010
stampa

AdV 2010-N02

» Latitanti ACP Un appello agli acpini che negli anni trascorsi hanno partecipato, hanno condiviso, si sono spesi, e che poi si sono allontanati, non si sono più iscritti, e hanno perso i contatti. Perché ci raccontino di loro, delle loro altre iniziative e ricreino un contatto. E ai soci, se conoscono qualcuno di questi Latitanti ACP, perché gli indirizzino questa newsletter.
Per il contatto: marsirac@tin.it o appuntidiviaggio@acp.it

 

» Il direttivo dell’Associazione si è riunito il 16.01.2010.
[Report della riunione]

» Il lavoro svolto in questi anni dalla Segreteria ACP dedicata a disuguaglianza e cronicità ha dato i suoi primi frutti. E’ stato siglato un Protocollo d’intesa con la FISH (Federazione Italiana Superamento Handicap), presieduta da Pietro Vittorio Barbieri dal titolo: Bambini con disabilità invisibili: Pediatri e Associazioni per tutelare il diritto al benessere e alla salute, come per gli altri bambini. “La solitudine delle famiglie fin dal momento della diagnosi – dichiara Giuseppe La Gamba, che per l’ACP ha costruito la collaborazione con la FISH – il frazionamento dell’assistenza fra i pediatri curanti e i centri di riferimento, l’auspicata sinergia ancora molto parziale con le altre “agenzie” come la scuola, le difficoltà burocratiche nell’esigere diritti acquisiti, esprimono quanto la disabilità rappresenti ancora una forte criticità nell’ambito della politica sanitaria nazionale”. La segreteria disuguaglianza e cronicità, creata da Michele Gangemi, è coordinata da Giuseppe La Gamba. Con la presidenza di Paolo Siani, a La Gamba sono stati affiancati Giuseppe Cirillo e per il direttivo Tommaso Montini. L’obiettivo che l’Associazione si prefigge è di formare i pediatri a farsi interpreti dei diritti e delle libertà fondamentali dei bambini con disabilità e di farsi promotori presso le istituzioni locali perché questi diritti siano realmente realizzati. [comunicato stampa]

 

» La foto Matilde e l’Ilva continua a parlare per l’ACP il numero di Gennaio 2010 della rivista Obiettivo Salute l’ha infatti scelta per la copertina. Ricordiamo che questa foto, scattata alla nipote di una pediatra tarantina, ha vinto il primo premio del I concorso fotografico intitolato al nostro amico Pasquale Causa. Da allora, utilizzata da alcuni giornalisti che l’hanno rintracciata nel web, è diventata il simbolo della denuncia e della lotta all’inquinamento ambientale, di Taranto e non solo, dell’ACP e non solo. La rivista ospita in questo numero anche l’ articolo Azione politica e salute infantile di Annamaria Moschetti (già pubblicato su Medico e Bambino, 10,2009). E nell’articolo la foto di Matilde reca nella didascalia la frase La foto ‘Matilde e l’Ilva’ dell’Associazione Culturale Pediatri di Puglia e Basilicata è risultata vincitrice al concorso fotografico svoltosi a Messina nel maggio 2008 nell’ambito del Congresso nazionale pediatrico “Gli Argonauti” e intitolato al pediatra campano Pasquale Causa, vero combattente per i diritti dei bambini”, che traccia un profilo di Pasquale che forse gli sarebbe piaciuto.
» A Milano si è riunito il 12 febbraio il gruppo di lavoro per il monitoraggio della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e Adolescenza (Gruppo CRC), cui ACP aderisce, per fare un punto sul percorso intrapreso in questi anni, sull’evoluzione del metodo di lavoro e sui risultati raggiunti con la pubblicazione puntuale, a cadenza annuale (dal 2004), del rapporto sulla condizione dell’infanzia in Italia. Il gruppo di lavoro CRC si è costituito nel 2000 con l’obiettivo prioritario di stilare il Rapporto sull’attuazione della Convenzione sui Diritti dell’Infanzia e Adolescenza in Italia, supplementare a quello presentato dal Governo Italiano e da sottoporre al Comitato ONU sui diritti dell’infanzia e adolescenza presso l’Alto Commissariato per i Diritti Umani delle Nazioni Unite. Un piano di lavoro ben definito e il rispetto del calendario delle attività previste hanno garantito un monitoraggio della CRC indipendente, permanente, condiviso e aggiornato. Il gruppo CRC ha acquisito un importante credito istituzionale in questi 5 anni, interlocutore in Parlamento della Commissione Infanzia ( 4 audizioni nel corso del 2009), e, a livello ministeriale, del CIDU (Commissione Interministeriale Diritti Umani). E’ inoltre riconosciuto a livello internazionale, con la partecipazione (a titolo di osservatore) alla presentazione del rapporto governativo italiano al Comitato ONU a Ginevra, la presenza nel “NGO Group for the CRC” e al “Day of General Discussion” organizzato dal Comitato ONU. Nel 2010 il Gruppo CRC ospiterà il 6 meeting dei network europei che, nei singoli paesi, si occupano del monitoraggio della CRC. Sul sito www.acp.it e www.gruppocrc.net il documento può essere scaricato.

(Federica Zanetto)

  

» “Fondazione di Comunità” per la costituzione di un Distretto Sociale Evoluto e “Progetto Luce è libertà”: a Messina prende vita un progetto innovativo che unisce lotta alla mafia, green economy, sviluppo economico solidale e reinserimento sociale degli internati dell’ospedale psichiatrico giudiziario di Barcellona P.G. Tra i soggetti che compongono il Comitato Promotore della Fondazione di Comunità di Messina la Società Cooperativa Sociale Onlus Ecos-Med, l’Asp di Messina, la Fondazione Horcynus Orca, la Fondazione Antiusura Pino Puglisi, il Consorzio Sol.E., Confindustria Messina a cui si aggiunge la preziosa adesione di altre organizzazioni nazionali che vedono in questa esperienza una sperimentazione di livello Europeo: Caritas Italiana, Parsec Consortium, l’Associazione Culturale Pediatri, e il Gruppo Banca Popolare Etica. [scarica il comunicato]

 

» Congressi a Distanza Il congresso di Tabiano ha fornito finalmente la opportunità di discutere il vaccino antipneumococcico mettendo in rilievo anche i tanti punti critici che ne hanno accompagnato il percorso… continua…

(Rosario Cavallo)

 

» Invito ai Congressi

Neuropsichiatria Quotidiana per il pediatra

VII Incontro nazionale (Roma, 12-13 marzo 2010, Istituto Superiore Antincendi Via del Commercio 13).
Quest’anno c’è qualcosa di nuovo. Abbandoniamo il convegno frontale finalizzato all’aggiornamento (sapere), per avventurarci nella metodologia dei gruppi di lavoro su specifici argomenti, più efficace per l’acquisizione di nuove competenze (saper fare) e per migliorare le abilità comunicative e relazionali (saper essere). La scelta degli argomenti è nata dall’analisi di specifici bisogni formativi: la necessità di individuare i bambini che potrebbero giovarsi di interventi neuro-riabilitativi precoci. [scarica il programma]

 

Gli Argonauti XI Il convegno dei gruppi dell’Italia meridionale ha ripreso il suo viaggio e dopo la sosta tra Scilla e Cariddi, si sposta nel Golfo di Napoli. E così i pediatri si mettono in viaggio per trovare nuove forme di conoscenza, nuove competenze, nuove ispirazioni e ragioni per stare insieme.

 

» La stampa parla di ACP “Anche l’ACP (Associazione Culturale Pediatri), un movimento culturale di rilievo e da sempre innovativo per l’attenzione che ha saputo dare alla “care” del bambino nella sua interezza, ha rinnovato i suoi vertici poco prima della SIP. Paolo Siani, il nuovo presidente, ha individuato in “connessioni” la parola chiave per “costruire collegamenti che mettano in relazione realtà linguaggi e territori” tra tutti quelli che si occupano di bambini “superando sigle, appartenenze, inutili steccati”. Ambiente, diseguaglianze e salute mentale i problemi individuati come i più urgenti”. Da Il Servizio Newsletter de Il Pediatra

 

» Il Re dottore. Infine vi segnaliamo il progetto di umanizzazione del reparto di pediatria dell’AORN A. Cardarelli di Napoli attraverso un articolo di una giovane giornalista della scuola di giornalismo del Suor Orsola Benincasa. Vi invitiamo a compilare un breve questionario sull’umanizzazione dei reparti di pediatria, e inviarlo alla nostra segreteria (segreteria@acp.it)

 

Mi consigli un libro? Abbiamo chiesto a Giorgio Tamburlini di consigliarci un libro che gli è piaciuto tra quelli letti negli ultimi sei mesi… “vediamo, anche se non riesco ad andare indietro di sei mesi con precisione… Mi è piaciuto molto “Tre stanze a Manhattan” di Georges Simenon, la descrizione di come nasce un amore, e di come il protagonista non lo capisce… subito”. Ecco che vi lasciamo questo suggerimento di lettura e questa suggestione di atmosfera (Nighthawsks – 1942 Olio su tela. 76,2 x 1,44 cm).