ACP > InformACP > Il Blog ACP > Consumo critico anche per i bebé
24 Mar 2010
stampa

Consumo critico anche per i bebé

Giorgio Cozza
Bebé a costo zero
Il leone verde, 2008
pp. 272, euro 18

Libro attualissimo che offre una serie di idee, proposte e suggerimenti pratici per salvarsi dal “caro bebè”, risparmiando svariate migliaia di  euro e rispettando l’ambiente in cui viviamo. Si tratta di una sorta di guida al consumo critico che, come scrive l’Autore, “si addentra nell’affollato mondo dei prodotti per l’in fanzia, per scoprire cosa può effettivamente essere utile durante la gravidanza e nei primi anni di vita del bambino, distinguendo le reali esigenze di mamma e bebé dai bisogni indotti, creati ad arte dalla pubblicità”. La gravidanza rappresenta un periodo privilegiato, un momento di riflessione sul passato e di progetti per il futuro; è, quindi, abbastanza difficile da comprendere come l’ansia degli acquisti e la preoccupazione per le spese siano riuscite a conquistarsi uno spazio tanto importante in questa esperienza così intima e spirituale. L’unica risposta a ogni esigenza del bambino sono mamma e papà.
Tra le braccia dei genitori il neonato trova tutto quello di cui ha bisogno: affetto, rassicurazione, contatto e stimoli per un corretto sviluppo sensoriale. A che servono gli innumerevoli modelli di sdraiette, ovetti, palestrine rispetto ai caldi abbracci di mamma e papà e gli effetti sonori degli accessori per più piccoli rispetto alla voce della mamma, che il bam bino ha già imparato a conoscere durante la gravidanza? E per la pappa, il non plus ultra è il latte materno: è ricco di anticorpi, protegge dalle malattie, dà il perfetto nutrimento e per di più… è a costo zero. E per i giochi, l’ambiente domestico è una fonte inesauribile di divertimento e scoperte stimolanti, via ai box e girelli, e creiamo piuttosto un ambiente sicuro e a misura di bambino. All’interno del libro si trovano, inoltre, numerose testimonianze di mamme e papà e approfondimenti da parte di esperti (gine cologi, pediatri, fisioterapisti ecc.) che forniscono al genitore gli strumenti per difendersi dalle spese inutili e circondare il proprio bambino solo di quanto può realmente favorire il suo sviluppo psico-fisico. 
Isodiana Crupi 
stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?