ACP > Editoria > Quaderni ACP > Prevenire le sepsi neonatali nei neonati di peso molto basso: così semplice da sembrare impossibile?
Quaderni acp - 2010; 17(3): 126-128
quaderni acp
Quaderni acp 2010_17(3)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

Prevenire le sepsi neonatali nei neonati di peso molto basso: così semplice da sembrare impossibile?

Recensione dell’articolo: Manzoni P, et al. Bovine lactoferrin supplementation for prevention of late-onset sepsis in very low birth weight neonates

UO Pediatria e Neonatologia, Ospedale Versilia, Italian Neonatal Network

Prevention of VLBW newborn sepsis: is it to simple to appear impossible?

This paper, which reports the results of a multicenter randomized controlled masked clinical trial carried out in 11 Italian Neonatal Intensive care units, reports that the oral administration of bovine lactoferrin is safe and effective in preventing late-onset sepsis in very low birth weight neonates. The protective effect is relevant (RR about 0.3) and occurs for both bacterial and fungal sepsis. No adverse effects of treatment have been reported. If these results were confirmed, they will have a profound impact on neonatal mortality and morbidity. However successful, the “pharmacological” ap – proach to nosocomial sepsis must not obscure the fact that these infections are largely “nosocomial”, i.e. associated to procedures that we perform on neonates, which should be a target for intervention through quality improvement programs.

L’articolo, che riporta i dati di uno studio randomizzato multicentrico in doppio cieco verso placebo, svolto in 11 terapie intensive neonatali italiane. Dimostra che la somministrazione orale di lattoferrina bovina è efficace nel prevenire la sepsi tardiva nei neonati di peso molto basso (<1500 g). L’effetto protettivo è rilevante (il rischio relativo è circa 0,3), e riguarda sia le sepsi batteriche sia quelle fungine. Non sono stati segnalati effetti avversi del trattamento. Se questi spettacolari risultati saranno confermati, avranno un impatto molto rilevante sulla mortalità e morbosità dei neonati pretermine. Per quanto efficace, l’approccio “farmacologico” alle sepsi non deve far passare in secondo piano che queste infezioni sono largamente “nosocomiali”, legate alle procedure che noi pratichiamo sui pazienti, e suscettibili di modifica e prevenzione in un’ottica di miglioramento della qualità.

Quaderni ACP
Telescopio

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?