ACP > Editoria > Appunti di viaggio > AdV 2010-N07
01 Lug 2010
stampa

AdV 2010-N07

» Tempi difficili per pubblicazioni indipendenti
Anticipiamo in questo numero della newsletter l’editoriale del numero 4, 2010 di Quaderni ACP a firma del Direttore Giancarlo Biasini e del Presidente Paolo Siani. Questo perché è importante che i soci conoscano bene non solo la vita culturale della nostra associazione, che in questa pagina vi raccontiamo, ma anche tutto ciò che riguarda la sua gestione. I costi dell’associazione, della sua rivista, le decisioni che il governo prende sulla stampa indipendente e che riguardano anche la nostra rivista. Anche questa è vita dell’ACP. Farvi leggere l’editoriale prima della sua diffusione cartacea ha lo scopo di far sì che anche questi aspetti possano essere spunto di riflessione per i soci e di discussione in assemblea, che come ogni anno si terrà al Congresso Nazionale di Palermo, al quale speriamo veniate numerosi.

 

» Il Direttivo dell’Associazione si è riunito il 14 maggio Trovate sul sito il report della riunione. I programmi del triennio delle Segreterie saranno presentati anche al Congresso Nazionale di Palermo nello spazio solitamente dedicato al direttivo.

 

» Biblioteca in Tenda per l’Abruzzo: lettera da Annamaria Moschetti
Carissimi amici dell’ACP vi comunico con piacere che io e Milena Tancredi dell’AIB Puglia ci siamo recate a L’Aquila per consegnare la biblioteca del progetto NPL Abruzzo.

Come ricorderete in occasione del terribile sisma decidemmo come ACP P&B, con delibera del direttivo, di devolvere 2500 euro per il progetto che denominammo “Biblioteca in Tenda per l’Abruzzo”. A questa donazione si è aggiunta la donazione di circa 1000 euro dei bambini della scuola elementare di Palagiano, due donazioni di nostri amici pediatri Lina Di Maio e Giovanni Simeone e in seguito, tramite il nostro Presidente Paolo Siani, che seppe dell’iniziativa al congresso degli “Argonauti 2009“ (…l’importanza di partecipare ai nostri fecondissimi incontri congressuali…), altri 10000 euro da donatori suoi conoscenti che chiedono di rimanere anonimi.

Non è stato facile individuare la localizzazione giusta ed entrare in contatto con i referenti politici locali. Abbiamo infine, dopo mille telefonate e mail ,preso contatto con due persone incantevoli: l’assessore alla cultura del comune di Fossa, Berta Giacomantonio e l’assessore alla cultura del comune di Villa Sant’Angelo Rosella Pezzuti. Si tratta di due piccoli comuni gravemente colpiti dal sisma. Abbiamo insieme concordato, dopo tante difficoltà e indecisioni dovute alle incerte e sempre mutevoli situazioni locali del dopo-terremoto, di attendere la costruzione della scuola prefabbricata di Villa Sant’Angelo e abbiamo organizzato lì la prima piccola biblioteca per un importo tra libri ed arredo di circa 3700 euro. Altre due piccole biblioteche identiche come mobili, ma con patrimoni librari differenti, saranno destinate ai piccoli comuni vicini di Fossa e San Demetrio a coprire interamente la cifra di cui disponevamo in fine. Il patrimonio librario delle tre biblioteche sommandosi sarà veramente importante. Vi allego qualche foto della biblioteca NPL di Villa S. Angelo (altri libri per 2500 euro devono essere aggiunti negli scaffali a presto, infatti appaiono ancora sguarniti). A noi piace molto come è venuta e io sono molto soddisfatta del divano arancione per la “lettura prossimale” di genitori o nonni col bimbo in braccio. Pensiamo infatti che NPL possa rientrare tra le cure prossimali. Milena ha dato una lettura inaugurale ad alcuni bimbi convenuti ed io ho tenuto per gli adulti nella chiesetta prefabbricata – per mancanza di altri spazi -, una relazione sul significato del nostro progetto. L’ultima immagine riprende la piazza principale dell’Aquila e un manifestazione che in quei giorni vi si svolgeva e che testimonia la voglia degli aquilani di riprendere a vivere a pieno la loro città progetto al quale siamo lieti di contribuire, anche se in minima parte, con spirito di solidarietà e fratellanza.

Un abbraccio a tutti anche da parte di Milena (Annamaria Moschetti) [vedi foto]

 

» Ancora notizie da Nati per Leggere
L’ACP, il Coordinamento Nazionale di Nati per Leggere e il Centro per la Salute del Bambino organizzano un corso di formazione di Nati per Leggere per pediatri delle cure primarie che si terrà a Napoli (24-25/09/2010) e a Pistoia (26-27/11/2010). Sul sito dell’ACP trovate la lettera indirizzata ai soci dal Presidente, il programma e la scheda di iscrizione.

 

» Finalmente una buona notizia che riguarda i vaccini…
Medici senza frontiere informa che e’ stato autorizzato dall’OMS un vaccino coniugato contro il meningococco A per l’Africa (MenAfriVac) prodotto da una Ditta indiana (1). Ne ha dato notizia il BMJ lo scorso 7 luglio (2). Il nuovo vaccino potrebbe evitare le grandi epidemie, causate prevalentemente dal meningococco A, che affliggono la tristemente nota “cintura della meningite” dell’Africa Sub-Sahariana. Il vaccino polisaccaridico non coniugato contro il meningococco A di cui si dispone finora, offre una protezione di breve durata e non funziona sotto i 2 anni di età. Questo invece potrebbe essere somministrato anche nei più piccoli e produrre difese efficaci e durature, oltre a determinare un calo dei portatori sani e quindi una protezione allargata alla comunità. Un’attesa di grande rilievo che andrà verificata sul campo. Un altro aspetto interessante è che si tratta di un vaccino prodotto da un’industria indiana (Serum Institute of India) all’interno di un progetto dell’OMS in collaborazione con un’organizzazione no-profit (PATH, Program for Appropriate Technology in Health), invece che da una multinazionale. Ciò ha permesso di superare il capestro dei brevetti e dei costi elevati per ottenere il massimo profitto. MenAfriVac è un vaccino prodotto pensando ai bisogni dei paesi poveri, con costi abbordabili ($ 0,40 a dose), mettendo al primo posto la salute e non i profitti economici.
1) La notizia sul sito di Medecines sans frontière
2) Extract dell’articolo del BMJ (Moszynski P. New meningitis A vaccine is a “breakthrough” for 430 million people at risk. BMJ 2010;341:c3552)

(Luisella Grandori)

 

» Ultime notizie dalla pandemia Il rapporto per la discussione nell’Assemblea Parlamentare europea sulla gestione della pandemia, è stato affidato a Paul Flynn, parlamentare del Regno Unito e del Consiglio d’Europa. Esso sottolinea la preoccupazione per la mancanza di evidenze che giustificassero le proporzioni della risposta all’H1N1/2009, che ha portato a una drammatica distorsione delle priorità per i servizi di sanità pubblica, e la mancanza di trasparenza nel processo decisionale. Lamenta la segretezza di alcune informazioni essenziali, come i nomi e i conflitti di interesse dei membri dell’Emergency Committee che ha sostenuto l’OMS nella dichiarazione di pandemia. Esprime rammarico perché l’OMS non ha rivisto la sua valutazione del rischio, una volta diventato evidente che era inferiore all’atteso e ha tenuto un atteggiamento difensivo di fronte alle richieste dell’Assemblea, rifiutandosi di ammettere persino che fosse stata cambiata la definizione di pandemia. Ritiene inoltre che la gestione dell’OMS, delle istituzioni dell’UE e dei governi nazionali abbia comportato un “enorme spreco di denaro pubblico” e abbia provocato “timori e allarmi ingiustificati circa i rischi sanitari ai quali poteva essere esposta la popolazione europea”. Infine propone che vengano sviluppati sistemi di difesa dall’influenza di interessi indebiti, come rendere pubbliche – senza eccezioni – le dichiarazioni dei conflitti di interesse dei membri delle Commissioni nazionali, europee e mondiali ed escludere dai processi decisionali tutti coloro che hanno conflitti di interesse. Per questo – conclude il rapporto – è necessario che gli Stati assicurino un finanziamento stabile all’OMS e definiscano (e applichino) linee guida per i rapporti con il settore privato nell’ambito della sanità pubblica.

Rapporto di Paul Flinn

(Luisella Grandori)

 

» Ancora pandemia: le domande crescono. Dopo la prima udienza del 26 gennaio, di cui si è dato notizia su Quaderni acp, la Commissione Sanità del Consiglio d’Europa continua nel suo iter per chiedere trasparenza sulla gestione della pandemia. Si è riunita altre due volte, l’ultima il 4 giugno, e sono previsti ulteriori incontri. I parlamentari europei sembrano molto determinati. Hanno aderito in 13 alla mozione del tedesco Wodarg e in 200 all’appello della francese Rivasi. Se ne sta discutendo anche nel Senato francese e nel Consiglio dei ministri del Regno Unito. E sono due le interrogazioni dei parlamentari italiani – Sandro Gozi e Oreste Rossi – rispettivamente alla Camera dei deputati e al Parlamento europeo. Intanto la Corte dei Conti, conferma il giudizio negativo sul contratto del Ministero per i vaccini pandemici, denuncia “molteplici perplessità” e parla chiaramente di possibili responsabilità.

 

Editoriale di Quaderni:
H1N1: nell’UE la politica ne parla; in Italia si tace.
Quaderni acp 2010; 17(2):50

 

Udienza del 4 giugno del Consiglio d’Europa

 

Comunicato stampa di ISDB che si felicita per l’adesione dei 200 parlamentari all’appello della Rivasi

(inglese)  (italiano)


Documento Corte dei Conti
(pag. 136 sui vaccini pandemici)

(Luisella Grandori)

 

 

» Invito al Congresso. Il XXII Congresso Nazionale dell’Associazione Culturale Pediatri dal titolo “Bambini… in mente” si terrà a Palermo in data 7-9 ottobre. E’ stato dato incarico a Piero Minardi (pierominardi@gmail.com) di promuovere il Congresso e lui ha inventato per noi la prima edizione di “Giochi ACP senza frontiere“. In cosa consiste?
Nella abilità dei gruppi di portare il maggior numero di iscritti al Congresso. Perde chi ne avrà portati meno (in proporzione alla numerosità dei soci iscritti al gruppo) e dovrà pagare la quota di iscrizione al prossimo Congresso Nazionale per un socio estratto a sorte. Scrive Piero: “Un motivo in più per andare a Palermo è il costo del biglietto aereo con la Ryanair: solo 33 euro per il volo diretto Bari -Trapani di andata e ritorno. Io ed altri tre colleghi abbiamo già acquistato i biglietti e prenotato per tre giorni, a tariffa molto conveniente, un auto all’aeroporto di Trapani. Cercate anche voi dalle vostre città di partenza, i voli di Ryanair su Trapani”.

 

» Come iscriversi all’ACP? Fai click qui.