ACP > InformACP > Il Blog ACP > Grande successo di "nati per leggere" – Cavedine
28 Ott 2010
stampa

Grande successo di "nati per leggere" – Cavedine

C
AVEDINE – La Biblioteca Valle di Cavedine ha ospitato dal 1°al 12 ottobre 2010 la Mostra Nati per leggere.

 CAVEDINE – La Biblioteca Valle di Cavedine ha ospitato dal 1°al 12 ottobre 2010 la Mostra Nati per leggere, allestita dal Servizio Attività Culturali della P.A.T.- Ufficio per il Sistema Bibliotecario Trentino.

Il Progetto Nati per leggere è stato promosso a livello nazionale nel 2001 dall’Associazione Culturale Pediatri, dall’Associazione Italiana Biblioteche e dal Centro per la salute del bambino, con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività culturali e del Ministero della Salute, per diffondere l’abitudine di leggere ad alta voce al bambino fin dalla più tenera età. Significative ricerche scientifiche ne hanno infatti dimostrato l’importanza per favorire lo sviluppo cognitivo, del linguaggio e migliorare le relazioni affettive.

In Trentino il Progetto è coordinato dall’Ufficio per il Sistema Bibliotecario Trentino e coinvolge la Federazione Italiana Medici Pediatri, le Biblioteche pubbliche comunali e le Librerie che operano in sinergia con l’obiettivo promuovere la lettura ai bambini. 

La Mostra presenta più di duecento opere adatte alla lettura ai bambini da zero a sei anni, suddivise in sedici percorsi tematici e disposte su accattivanti strutture espositive ispirate ai libri guida di ognuno, realizzate dalla scenografa Nora  Veneri : il coccodrillo, lo scivolo, la casetta, la tinozza, l’abete… che hanno lasciato a bocca aperta bambini e genitori. Anche il coloratissimo astuccio in cui sono raccolte le cartoline che riproducono le illustrazioni di copertina dei testi guida e tutte le indicazioni bibliografiche relative ai libri in mostra è stato molto apprezzato da insegnanti e genitori.

 A completamento dell’iniziativa sono stati promossi degli incontri indirizzati agli adulti ed ai bambini: 

Venerdì 1° ottobre, Maria Lunelli, responsabile della Sezione Ragazzi della Biblioteca Comunale di Pergine e membro del Gruppo di lavoro che ha realizzato la bibliografia di Nati per leggere in Trentino, ha presentato la Mostra rivolgendosi alle mamme intervenute, non numerose, ma molto interessate, facendo toccare con mano il fascino delle illustrazioni e dei testi di alcune delle opere esposte e consentendo loro di apprezzare l’opportunità di potersi avvalere di informazioni qualificate per orientarsi nel variegato panorama dell’editoria per la prima infanzia.

Venerdì 8 ottobre, Francesca Sorrentino ha intrattenuto genitori, nonni ed insegnanti sul significato della lettura ad alta voce.  L’esperta, con un significativo passato teatrale, ha messo in evidenza come la lettura ad alta voce da parte di un familiare sia ben diversa dalla lettura animata effettuata da altre figure (animatori, ecc.): il suo significato più importante consiste nella condivisione dell’esperienza, anche emozionale, con il bambino. Ci vuole quindi la massima cura nel predisporre l’ambiente che deve essere illuminato non troppo intensamente e va poi ricercata la miglior posizione possibile su sedie comode o in poltrona. Prima di dar inizio alla lettura, perciò, bisogna essere rilassati e abbracciare e coccolare il bimbo, in modo che sia chiaro che gli si sta dedicando il massimo dell’attenzione… che insieme si vuole vivere l’avventura di esplorare il libro: guardare insieme le illustrazioni, sfogliarlo, manipolarlo e coinvolgere quindi il piccolo nel far nascere storie meravigliose.

Francesca ha poi incantato tutti i presenti proponendo un libro di sole illustrazioni, senza testo, utilizzando magistralmente i suoni, riproducendo il rumoreggiare del mare agitato, lo sfrigolio della sabbia… 

Francesca Sorrentino ha quindi realizzato incontri di lettura animata per tutti i bambini delle Scuole materne di Cavedine, Vigo Cavedine, Lasino, Calavino e Sarche e per gli ospiti del Centro per le Famiglie di Lasino, suscitando ovunque grande entusiasmo e soprattutto la voglia di accostarsi alle opere da lei presentate, che sono letteralmente “andate a ruba “tra i bambini.

La grande richiesta dei testi presenti in Mostra presso le varie sedi della Biblioteca è infatti un sicuro segnale del successo dell’iniziativa e costituisce un ulteriore stimolo a potenziarne la dotazione libraria relativa al Progetto Nati per leggere.

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?