ACP > Editoria > Quaderni ACP > Il caso che insegna > Prendersi cura delle obesità gravi
Quaderni acp - 2011; 18(3): 112-115
quaderni acp
Quaderni acp 2011_18(3)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

Prendersi cura delle obesità gravi

L’educazione terapeutica in un caso di mutazione MC4R

Divisione di Pediatria e di Adolescentologia, Azienda Universitaria-Ospedaliera, Arcispedale S. Anna, Ferrara; Dipartimento di Pediatria, Seconda Università degli Studi di Napoli; Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale, Ospedale Universitariodi Padova

Family Therapeutic Education for the treatment of genetic obesity: a case of MC4 mutation
The prevalence of obesity has increased dramatically worldwide. About 10 years ago, in Ferrara, we started to treat children/adolescent obesity with a Family-based The -ra peutic Patient Education program. Herein we report a case of a child with genetic obesity due to a mutation of MC4R treated with a 5 year follow-up. Sever obesity is a
chronic disease difficult to manage: health professionals should take care of these difficult to treat patients. Their job is motivate and support patients and their families with small steps strategies aimed at preventing the worsening of the disease, reducing co morbidities and helping to improve lifestyles, often with small results on weight
reducing.

La prevalenza dell’obesità è aumentata notevolmente in tutto il mondo. Da 10 anni a Ferrara abbiamo avviato un trattamento basato sull’educazione terapeutica. Riportiamo il caso di una bambina affetta da obesità grave di origine genetica da difetto del recettore 4 della melanocortina (MC4R), trattata con esso per 5 anni. L’o -be sità grave è una patologia cronica di difficile gestione. I professionisti sanitari devono prendersi cura anche di questi pazienti con scarse possibilità di guarigione.
La cura delle obesità gravi o estreme, infatti, anche se non migliora stabilmente il peso, consente di evitarne l’ulteriore aumento, abitualmente registrato, migliora lo stile e la qualità di vita e riduce le comorbilità. Il compito dei professionisti è motivare e sostenere il bambino e la sua famiglia in un percorso terapeutico a piccoli passi,
spesso caratterizzato da piccoli risultati sul peso.

Il caso che insegna
Quaderni ACP

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?