ACP > Editoria > Quaderni ACP > Uso dei corticosteroidi inalatori al bisogno nell’asma persistente lieve
Quaderni acp - 2011; 18(4): 150-153
quaderni acp
Quaderni acp 2011_18(4)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

Uso dei corticosteroidi inalatori al bisogno nell’asma persistente lieve

UO di Pediatria, Ospedale L. Morgagni - G. Pierantoni, AUSL di Forlì

Inhaled corticosteroids as rescue medication in mild persistent asthma
Daily use of inhaled corticosteroids is the mainstay for persistent asthma in children and adolescents. However, long-term treatment with inhaled corticosteroids has the potential for systemic side effects and patients’ compliance is often suboptimal. Wea -ning or withdrawal (step-down) of treatment, after asthma control is achieved, is suggested but evidence-based recommendations are lacking. A recent study from five clinical centres in the USA indicates that rescue inhaled beclomethasone in association with albuterol could be a suitable step-down approach in children with mild persistent asthma. Additional randomised trials are needed to confirm this observation, searching for a strategy that can improve the compliance, control asthma exacerbations and minimise side effects of long-term corticosteroid treatment.

I corticosteroidi inalatori sono un elemento fondamentale nella terapia dell’asma persistente nel bambino in età scolare e nell’adolescente. Il trattamento a lungo termine con i corticosteroidi inalatori non è, peraltro, privo di effetti collaterali e la compliance spesso incerta. Si pone il problema di quale strategia di step-down adottare una volta ottenuto un soddisfacente controllo dei sintomi nel bambino con asma persistente lieve. Un recente studio multicentrico statunitense indica come possibile scelta terapeutica l’uso, come farmaco di pronto impiego, secondo necessità, del beclometasone dipropionato somministrato in associazione con il salbutamolo. Occorrono ulteriori studi che confermino questa osservazione, ma l’obiettivo resta la prevenzione delle esacerbazioni asmatiche, riducendo al minimo i possibili effetti collaterali di una terapia protratta.

Quaderni ACP
Telescopio

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?