ACP > InformACP > Dicono di Noi > SIC. Congresso pediatri: contro la povertà, investire sull’educazione
13 Ott 2011
stampa

SIC. Congresso pediatri: contro la povertà, investire sull’educazione

Inizi oggi il 23° Congresso organizzato dalla Associazione Culturale Pediatri, con il patrocinio di Unicef Italia, presso l’Auditorium Antonianum a Roma. Nella prima giornata prevista la Sessione speciale con la Società Italiana di Pediatria sull’Early Child Development, a partire dalle 9 in poi.Oggetto del Congresso saranno i bambini e la loro salute, in un percorso che seguirà “il cerchio della vita” dal preconcepimento fino allo sviluppo della sessualità nell’adolescenza. Contestualmente, le chance di cambiare il futuro del mondo grazie all’investimento nell’educazione dei bambini saranno al centro del dibattito della sessione speciale organizzata insieme alla Società Italiana di Pediatria sull’Early Child Development, alla presenza di relatori di fama mondiale. Sarà presentato un documento di consenso diretto ai medici pediatri, a cura di un gruppo di lavoro multidisciplinare (ACP, AIFI, FIMP, IOPTP, SIF, SINPIA, SIP, promosso da OMS, Ufficio Europeo, e da EPA/UNEPSA), sulla valutazione neuroevolutiva e la promozione dello sviluppo psicomotorio nel bambino da zero a tre anni. Il mondo scientifico spiega che, investire sullo sviluppo precoce nell’infanzia, significa assicurare a milioni di bambini una vita migliore e contestualmente, nel lungo termine, una riduzione delle devianze e della povertà. Attraverso la lettura precoce a partire dai 6 mesi di età e tramite tutta una serie di altri stimoli “a costo zero”, ma di altissimo valore educativo, milioni di bambini a rischio emarginazione (anche nei nostri Paesi), possono essere aiutati a crescere con una marcia in più. L’Early Child Development è un obiettivo Unicef, supportato dagli studi dell’Oms e della Banca Mondiale, che vedono nell’investimento nell’educazione infantile, la chiave e la sfida per il cambiamento globale. [Sanità in cifre (SIC)]
stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?