ACP > InformACP > Libri recensiti > La scienza del mangiare sano
01 Nov 2011
stampa

La scienza del mangiare sano

Anna Villarini, Giovanni Allegro
Prevenire i tumori mangiando con gusto
Sperling & Kupfer, 2009
pp. 21, euro 19,50

Molti alimenti ad alto indice glicemico fanno parte delle nostre abitudini quotidiane: il pane bianco, la farina 00, i dolci di pasticceria, le patate, i fiocchi di mais. Altri alimenti che, pur non avendo un alto indice glicemico, stimolano direttamente la produzione di insulina sono il saccarosio e il latte.
Gli alimenti ricchi di grassi animali, come le carni rosse, il burro e i formaggi, ostacolano il funzionamento dell’insulina, rendono difficile il passaggio del glucosio dal sangue alle cellule. Questi cibi dovrebbero essere consumati solo occasionalmente.
Quotidianamente dovremmo consumare cereali non industrialmente raffinati possibilmente in chicco, legumi, verdure di tutti i tipi, olio di oliva extravergine, ogni tanto semi oleaginosi ricchi di calcio e di grassi che favoriscono il buon funzionamento dell’insulina, pesce e frutta. Anna Villarini, biologa e specialista in Scienza dell’alimentazione, nutrizionista del Dipartimento di Medicina preventiva dell’Istituto dei Tumori di Milano, documenta scientificamente i vantaggi dell’alimentazione proposta riportando i risultati del Progetto DIANA, che dal 1995 studia le relazioni tra alimentazione e tumore al seno.
Modificando la propria dieta, è possibile ridurre non solo i fattori di rischio del tumore e delle recidive, ma più in generale, questo stile di vita alimentare combatte il sovrappeso senza dover contare le calorie, aiuta a prevenire l’osteoporosi, il diabete, l’ipertensione, l’anemia, gli alti tassi di colesterolo e di trigliceridi.
La seconda parte del libro, scrit ta da Giovanni Allegro, specializzato in cucina naturale, affronta i problemi pratici, con consigli per imparare a fare la spesa in modo più consapevole, leggere le etichette, scegliere cibi, cotture, conservazioni più salutari e soprattutto la proposta di buone e facili ricette. È uno strumento utilissimo per diventare più consapevoli degli effetti cibo che mangiamo e per proporre sane abitudini alimentari alle famiglie. Il libro è consigliato da Fondazione IRCCS Istituto Na zio nale dei Tumori.
Laura Todesco