ACP > InformACP > Il Blog ACP > Comunicato su sequestro ILVA Taranto della "Campagna Nazionale in difesa del Latte Materno dai contaminanti ambientali"
11 Ago 2012
stampa

Comunicato su sequestro ILVA Taranto della "Campagna Nazionale in difesa del Latte Materno dai contaminanti ambientali"

A noi sembra peraltro che la sintesi migliore della situazione attuale sia nelle parole del Presidente della Repubblica Napolitano che, rispondendo ad un appello rivoltogli dagli operai dell’ Ilva preoccupati per il loro futuro, ha auspicato che si trovino soluzioni «che garantiscano la continuità e lo sviluppo dell’attività» e che si proceda «senza ulteriore indugio» al pieno adeguamento alle norme per la protezione dell’ambiente e la tutela della salute dei cittadini.

stampa

C' é 1 commento:

  1. Anonimo - 26 Set 2012 4:34 PM

    Il GIP Todisco è l’unica persona che dopo 60 anni ed oltre sta facendo rispettare la dignità dei Tarantini.
    Tutti i giovani di Taranto hanno studiato al Nord e si sono trasferiti al Nord perchè non hanno accettato compromessi.
    Le uniche imprese che a Taranto fanno soldi sono le società di analisi e di diagnosi cliniche a causa dell’ILVA.
    I soldi degni stipendi dei lavoratori dell’ILVA non vengono spesi sul territorio ma tornano al Nord in affitti per i figli studenti e coloro i quali restano sul territorio spendono tutto in medici e medicinali facendo la fortuna di pochi.

    Questo genere di ripercussioni dovute allo stabilimento non sono mai state analizzate e fanno ad oggi della città di TARANTO una città FANTASMA.