ACP > InformACP > Il Blog ACP > Ricerca: articoli ritirati da riviste scientifiche, quasi la meta’ per frode
22 Ott 2012
stampa

Ricerca: articoli ritirati da riviste scientifiche, quasi la meta’ per frode

New York, 2 ott. (Adnkronos Salute/Bloomberg News) – E’ la frode la causa principale per cui vengono ritirati dalle riviste scientifiche gli articoli di scienze naturali o biomediche. Secondo uno studio pubblicato su Proceedings of the National Academy of Science, circa il 43% degli articoli è stato annullato perché conteneva dati fittizi o manipolati, il 14% è stato cancellato perché lo studio è apparso in più di una pubblicazione, mentre il 10% è stato tolto a seguito di accuse di plagio. Gli studi revocati, ha spiegato l’autore della ricerca, Arturo Casadevall, citato da Bloomberg News, hanno un effetto negativo sulla società perche’ inficiano l’attendibilita’ delle pubblicazioni. 
Dal 1975, ha inoltre aggiunto, il numero degli studi ritirati per frode è aumentato di 10 volte. Di oltre 2mila pubblicazioni prese in considerazione, solo il 21% è stato ritirato perché contenente errori. [InTempo.it

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?