ACP > InformACP > Il Blog ACP > Cioccolato Nobel e serial killers, ovvero neppure il NEJM si sottrae alla pubblicazione di assurdità
05 Dic 2012
stampa

Cioccolato Nobel e serial killers, ovvero neppure il NEJM si sottrae alla pubblicazione di assurdità

Uno studio pubblicato il 18/10/12 sul New England Journal of (Medicine – Messerli, F. (2012) – Chocolate Consumption, Cognitive Function, and Nobel Laureates New England Journal of Medicine, 367 (16), 1562-1564) tra il serio e il faceto rileva una correlazione significativa tra consumo di cioccolato di un Paese e numero di Premi Nobel del Paese stesso. 
L’autore, il cardiologo Franz Messerli, ammette che una correlazione non significa necessariamente un legame causa – effetto, ma sottolinea i benefici effetti dei flavonoidi antiossidanti del cacao, che migliorerebbero le capacità cognitive.
James Winters e Sean Roberts, ricercatori britannici di scienze cognitive e del linguaggio replicano sul loro blog a Messerli e applicando il suo procedimento trovano significative correlazioni tra consumo di cioccolato e numero di serial killer. Scrivono anche che hanno provato ad inviare il loro breve commento al NEJM , ma che non è stato accettato per la pubblicazione per mancanza di spazio.

Per continuare a leggere…
stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?