ACP > InformACP > Il Blog ACP > Un ‘calcolatore’ predice se il bebe’ sara’ obeso da grande
05 Dic 2012
stampa

Un ‘calcolatore’ predice se il bebe’ sara’ obeso da grande

Roma, 29 nov. (Adnkronos Salute) – Conoscere sin dalla culla il rischio obesità del bebè. E’ possibile grazie ad un ‘calcolatore’ automatico – che utilizza pochi dati base inseriti in un Pc – messo a punto da un gruppo di ricercatori internazionali, coordinati dal britannico Philippe Froguel che hanno pubblicato uno studio su PLos One. Lo strumento è stato realizzato analizzando i dati raccolti, alla nascita, su bambini finlandesi, italiani e americani. 
Le informazioni registrate riguardavano l’indice di massa corporea dei genitori, il ‘guadagno’ di peso della madre, il peso alla nascita, il tabagismo della mamma, il numero dei fratelli. Tutte indicazioni già riconosciuti come fattori di rischio ma mai combinate tra loro. A partire da questi dati è stata messa a punto un’equazione, trasformata poi in un calcolatore automatico su Excel. Il risultato si ottiene in pochi secondi, fornendo il valore del rischio obesità. Il ‘calcolatore’ è stato validato a partire da 4.000 piccoli finlandesi nati nel 1986 e seguiti fino all’adolescenza. Sono stati verificati, poi, i dati di 1.500 bimbi italiani nati nel 1980 e di 1.000 statunitensi.
stampa

C' é 1 commento:

  1. CC - 13 Dic 2012 7:50 PM

    Si tratta molto spesso di fattori modificabili in periodo preconcezionale, in particolare il BMI e il fumo di sigaretta. Piu’ difficile intervenire, esclusivamente come medici, sulle variabili sociali come l’attivita’ lavorativa della madre. Ma qualcosa si puo’ fare. I pediatri possono contribuire moltissimo, se volessero, alla prevenzione primaria, dando sempre piu’ importanza a cio’ che puo’ essere realizzato prima del concepimento. Ricordando che i pediatri vengono in contatto frequente con almeno la meta’ delle donne/coppie che avranno un altro figlio successivamente a quello per cui vanno nel loro ambulatorio.
    Carlo Corchia