ACP > Editoria > Quaderni ACP > Esperienze > Bruciare i rifiuti: la Valle d’Aosta dice di no all’incenerimento nel rispetto della Direttiva UE
Quaderni acp - 2013; 20(2): 77-78
quaderni acp
Quaderni acp 2013_20(2)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

Bruciare i rifiuti: la Valle d’Aosta dice di no all’incenerimento nel rispetto della Direttiva UE

Pediatra di famiglia, ACP Ovest Valle d’Aosta

Burning solid wastes: Valle d’Aosta says no to incineration in respect to EU directives
EU invites state members to a correct management of municipal solid wastes through a hierarchy of actions: reduction, recovery, reuse and recycling considering them as post-consumer materials. In respect to EU directives Valle d’Aosta has chosen to ban waste incineration with a popular law approved through a referendum sponsored by citizens and doctors attentive to health environment.

L’Unione Europea (UE) invita gli Stati membri a una corretta gestione dei rifiuti urbani indicando una gerarchia di azioni che, in ordine di priorità, prevede la riduzione, il recupero, il riutilizzo e il riciclaggio di essi, considerandoli materiali postconsumo da valorizzare al meglio. Nel rispetto della Direttiva UE, la Valle d’Aosta ha scelto di bandire l’incenerimento dei rifiuti con una legge di iniziativa popolare approvata mediante referendum propositivo alla cui riuscita ha contribuito un movimento trasversale di cittadinanza attiva sostenuto da medici attenti al tema  saluteambiente.

Esperienze
Quaderni ACP

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?