ACP > Editoria > Quaderni ACP > Lo sviluppo dell’attività di lettura nella dislessia evolutiva: uno studio longitudinale
Quaderni acp - 2013; 20(2): 63-66
quaderni acp
Quaderni acp 2013_20(2)


Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

Lo sviluppo dell’attività di lettura nella dislessia evolutiva: uno studio longitudinale

Centro di Riferimento Regione per i Disturbi di Apprendimento, ULSS20 Verona

The development of reading activities in developmental dyslexia: a longitudinal study
Objectives: Aim of the study is to examine the evolution of reading skills in children with developmental dyslexia (DE).
Materials and methods: For each child of the research sample different cognitive tests starting from the third grade of primary school to third grade of secondary school have been analyzed. These evaluations have been compared with normative data and with data from longitudinal studies.
Results: Reading speed shows an increase in time for all the tests analyzed, although remaining deficient in respect to the average expectations in all the classes investigated. Reading improves and the percentages of errors reduces almost to normative values. Comprehension shows instead a decrease of about 4% .
Conclusions: Results confirm data produced by Italian scientific research: there are more difficulties in reading skills in respect to correctness in the reading process and there is a reduction in the comprehension tests.

Obiettivi: Scopo dello studio è quello di esaminare l’evoluzione dell’abilità di lettura in bambini con la dislessia evolutiva (DE).
Strumenti e metodi: Per ogni bambino del campione di ricerca sono state analizzate le valutazioni delle prove cognitive nell’arco evolutivo che va dalla terza classe di scuola primaria alla terza classe di scuola secondaria di primo grado: prove di valutazione della lettura del brano MT, prove delle parole e delle non-parole SJT nei due parametri di accuratezza e velocità. Si sono considerate, inoltre, le prove di comprensione del brano MT per approfondire gli andamenti medi per ogni classe. Le valutazioni del campione di bambini dislessici sono state, poi, confrontate con i dati normativi e con i dati emersi negli studi longitudinali presenti nella letteratura scientifica.
Risultati: La velocità di decodifica di lettura mostra un incremento nel tempo per tutte le prove considerate, pur rimanendo deficitaria rispetto alle medie attese in tutte le classi indagate. La correttezza di lettura migliora notevolmente e le percentuali di errori tendono ad avvicinarsi ai valori normativi. La prova di comprensione evidenzia,
invece, un calo di prestazione pari al 4% nel corso dell’arco evolutivo considerato.
Conclusioni: I risultati emersi confermano i dati prodotti dalla ricerca scientifica italiana, che evidenzia difficoltà maggiori nel parametro di velocità rispetto a quello di correttezza nel processo di lettura e un peggioramento nella prestazione in prove di comprensione di brano.

Quaderni ACP
Ricerca

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?