ACP > Gruppi di Lavoro > Prevenzione Malattie Infettive > Morbillo in Italia e in Europa
01 Mag 2013
stampa

Morbillo in Italia e in Europa

Nel 2006 sono stati registrati in Italia alcuni focolai epidemici di morbillo. Le Regioni maggiormente interessate sono state il Lazio, la Provincia Autonoma di Trento e la Sardegna. I focolai hanno interessato prevalentemente la popolazione nomade Rom e Sinti. I casi si sono verificati tutti in persone non vaccinate. Ciò evidenzia la necessità di aumentare ulteriormente le coperture vaccinali contro il morbillo con 2 dosi e di prestare particolare attenzione ai bambini delle fasce sociali più fragili e più difficili da raggiungere, come quelli che vivono nei campi nomadi.
Su Epicentro si possono trovare notizie aggiornate sui focolai italiani del 2006 e sulla situazione epidemiologica del morbillo in Europa (rapporto 2005).