ACP > Ambiente&Salute (Pediatri per Un Mondo Possibile) > L’esposizione ad inquinamento atmosferico durante la gravidanza è correlata ad un aumentato rischio di autismo
30 Gen 2015
stampa

L’esposizione ad inquinamento atmosferico durante la gravidanza è correlata ad un aumentato rischio di autismo

Parole chiave: Autismo, Inquinamento atmosferico, PM, Gravidanza, Autism, Air Pollution, Particulate Matter, Pregnancy

Bibliografia:
Raz, Raanan, et al. "Autism Spectrum Disorder and Particulate Matter Air Pollution before, during, and after Pregnancy: A Nested Case–Control Analysis within the Nurses’ Health Study II Cohort." Environ Health Perspect (2014)

Leggi la revisione dell'articolo
stampa

C' é 1 commento:

  1. dott. pierino marazzani - 23 Feb 2015 3:11 PM

    si confermano gli effetti negativi a distanza sul sistema nervoso centrale dell’inquinamento ambientale. L’identificazione del terzo periodo della gravidanza come quello più associato ad aumentata probabilità di disturbi dello spettro autistico dovrebbe indurre a fare analoghi studi sul rapporto fra esposizione neonatale all’indoor pollution e disturbi dello spettro autistico, concentrandosi magari soprattutto sui neonati all’inizio dell’inverno in quanto più esposti a causa delle finestre chiuse e delle poche ore di luce