ACP > InformACP > Il Blog ACP > CS: Mi fido di te! Valorizzare le competenze del bambino,dell’adolescente e della coppia genitoriale
14 Mar 2015
stampa

CS: Mi fido di te! Valorizzare le competenze del bambino,dell’adolescente e della coppia genitoriale

COMUNICATO STAMPA
[scarica il comunicato]

Roma, Auditorium Antonianum, 13-14 marzo 2015
ACPCentro Brazelton di FirenzeISIPSÉ e Associazione Natinsieme

CONVEGNO INTERNAZIONALE MULTIDISCIPLINARE
Mi fido di te! Valorizzare le competenze del bambino,dell’adolescente e della coppia genitoriale
Un tributo a T. Berry Brazelton

Il congresso è stato cofinanziato dalla Regione Lazio per il suo alto valore scientifico e formativo.

Il convegno è costruito in chiave multidisciplinare ed è rivolto a: pediatri, neonatologi, psicologi, psicoterapeuti, psichiatri, neuropsichiatri infantili, terapisti della riabilitazione, infermieri, ostetriche, pedagogisti, educatori e tutti i professionisti che si occupano di età evolutiva e genitorialità. E’ stato richiesto l’accreditamento ECM. Il contributo di Berry Brazelton ha rivoluzionato profondamente il lavoro clinico in età evolutiva, trasformando in modo radicale l’approccio al bambino e alla famiglia.
Il convegno nasce in occasione del decimo anniversario del convegno annuale “Neuropsichiatria Quotidiana per il Pediatra” ed è il frutto della collaborazione tra il Centro Brazelton di Firenze, l’Associazione Culturale Pediatri, l’Associazione Natinsieme e l’Istituto di Specializzazione in Psicologia Psicoanalitica del Sé e Psicoanalisi Relazionale.
Berry Brazelton per ragioni di salute non potrà intervenire, ma sarà presente in video, dove illustrerà un caso di scuola. Saranno presenti molti esperti di fama internazionale, che con lui hanno condiviso progetti di ricerca e interventi clinici: Colwyn Trevarthen, Joshua Sparrow, Kevin Nugent e Nadia Bruschweiler-Stern, che oltre a presentare i risultati delle recenti ricerche e il loro pensiero fortemente innovativo sulle interazioni precoci e lo sviluppo neuropsichico nei primi mesi di vita e nell’età dell’adolescenza, discuteranno tra loro e con i partecipanti a partire dai casi clinici presentati da operatori di diversa professionalità.
Ci auguriamo che questa iniziativa possa facilitare una reale e più fattiva collaborazione nell’assistenza al bambino, all’adolescente e alla famiglia, sia a livello ospedaliero, sia territoriale, tramite percorsi formativi comuni e scambio di esperienze tra operatori di diversa professionalità, realizzando così l’obiettivo che 10 anni fa il professor Panizon aveva pensato per il Convegno di Neuropsichiatria Quotidiana per il Pediatra.
In questa direzione, una delle prime azioni concrete consisterà nell’avvio di un progetto pilota a Roma, che avrà l’obiettivo di applicare e diffondere le convinzioni scientifiche e gli strumenti dell’approccio Brazelton e di consolidare la cooperazione tra professionisti di area medica, riabilitativa, psicologica ed educativa, nella convinzione che migliori competenze genitoriali possano contribuire a una società migliore.
Le ricerche mostrano sempre più chiaramente che l’efficacia dell’intervento clinico, con il bambino e con l’adolescente, passa attraverso il lavoro con i genitori e il sostegno delle relazioni familiari.
Brazelton ha individuato e descritto gli strumenti più efficaci per tenere realmente al centro dell’intervento il riconoscimento e la valorizzazione delle competenze presenti nel bambino, nell’adolescente e nei genitori. Frutto dei suoi moltissimi anni di esperienza clinica, il modello Touchpoints di Brazelton viene studiato e apprezzato all’interno di differenti ambiti di intervento, capace di facilitare il dialogo e la cooperazione tra i diversi professionisti dell’età evolutiva.
L’approccio Brazelton dialogherà principalmente con le realtà della pediatria, della neuropsichiatria infantile, della psicologia dello sviluppo e della psicoanalisi relazionale, che in anni recenti ha posto i risultati delle ricerche sulla prima infanzia a fondamento di un cambiamento di paradigma, in campo psicoanalitico, verso la prospettiva intersoggettiva.

INFORMAZIONI:

www.convegnobrazelton.it
ufficiostampaacp@gmail.com

Per approfondire:
Editoriale a cura di Gherardo Rapisardi

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?