ACP > InformACP > Il Blog ACP > Lombardia. Medici contro la nomina del leghista Massimo Pagani a Garante per l’infanzia
28 Apr 2015
stampa

Lombardia. Medici contro la nomina del leghista Massimo Pagani a Garante per l’infanzia

In particolare pediatri e neuropsichiatri infantili. “Le modalità della scelta e la figura del politico di carriera Massimo Pagani sembrano non soddisfare i requisiti indiscutibili di difensore, garante e promotore dei diritti di tutti i bambini e gli adolescenti che vivono in Lombardia senza discriminazioni per età, genere, nazionalità e condizioni di soggiorno”.

23 APR [QuotidianoSanità.it] – E’ con seria preoccupazione che l’Associazione Culturale Pediatri(ACP), la Società Italiana di Pediatria (SIP) e la Società Italiana di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza (SINPIA) hanno appreso dell’avvenuta nomina del Garante Regionale Infanzia (già prevista dalla  Legge Regionale n. 22 del 24 marzo 2009).
Le modalità della scelta e la figura del politico di carriera Massimo Pagani riportate dalla stampa sembrano non soddisfare i requisiti indiscutibili di difensore, garante e promotore dei diritti di tutti i bambini e gli adolescenti che vivono in Lombardia senza discriminazioni per età, genere, nazionalità e condizioni di soggiorno.
La promozione e la tutela della salute dei minori intesa in senso globale esigono considerazione della loro particolare vulnerabilità, attenzione ai bisogni, ricerca di sinergie tra le Istituzioni, interventi appropriati e condivisi, monitoraggio dei percorsi di sensibilizzazione, collaborazione con la rete associativa e consapevolezza collettiva.
In considerazione della figura istituzionale, delle attese iniziative che il neo Garante dovrà prontamente intraprendere e del lungo ritardo con cui la Regione Lombardia ha espletato il suo iter, la nomina avrebbe dovuto rappresentare il risultato di un consenso di forze sociali e politiche  che si adoperano per la garanzia dei diritti dell’infanzia. Così non è stato, sarà compito anche della società civile monitorare che questo avvenga sin dall’inizio della attività del neo Garante, a cui auguriamo un fruttuoso lavoro.

Federica Zanetto
Referente Lombardia Associazione Culturale Pediatri

Gianvincenzo Zuccotti
Presidente Sezione Lombardia Società Italiana di Pediatria

Alberto Ottolini
Referente Lombardia Società Italiana Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza

23 aprile 2015 © Riproduzione riservata

Approfondimenti:

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?