ACP > InformACP > Il Blog ACP > Lorenzin boccia emendamento su responsabilità patrimoniale medici: “Abbiamo detto di no”
04 Mag 2015
stampa

Lorenzin boccia emendamento su responsabilità patrimoniale medici: “Abbiamo detto di no”

Il ministro boccia la proposta delle Regioni di far pagare gli esami inappropriati ai medici. “È un emendamento delle Regioni cui abbiamo detto di no. Spero intesa entro giovedì”. Smentita l’assessore Borsellino che sulla responsabilità patrimoniale aveva invece parlato di accordo raggiunto con il Governo.

20 APR [QuotidianoSanità.it] – “Noi giovedì abbiamo la conferenza Stato Regioni e abbiamo presentato la nostra proposta e le Regioni i loro emendamenti. Alcuni sono ricevibili mentre su altri abbiamo dato parere negativo per motivi oggettivi. Spero che entro giovedì ci siano tutte le condizioni per un’intesa sulla rinuncia delle Regioni all’aumento del Fondo sanitario 2015 senza rinunciare ai servizi”. È quanto ha affermato il Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin a margine della presentazione della Giornata sulle manovre di disostruzione in età pediatrica.
In merito alla proposta emendativa delle Regioni per l’introduzione della responsabilità patrimoniale dei medici in caso di esami inappropriati (contro la quale i sindacati dei camici bianchi hanno annunciato una conferenza stampa) il Ministro ha precisato che è un “emendamento delle Regioni” cui “abbiamo detto di no”.
Le parole pronunciate oggi dal Ministro smentiscono di fatto quanto aveva annunciato l’assessore alla Sanità della Sicilia, Lucia Borsellino sul nostro giornale che aveva invece parlato di “massima condivisione del Governo” sull’emendamento.

20 aprile 2015 © Riproduzione riservata

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?