ACP > InformACP > Il Blog ACP > Fascicolo sanitario elettronico al via. Lorenzin firma regolamento
24 Set 2015
stampa

Fascicolo sanitario elettronico al via. Lorenzin firma regolamento

Speriamo che abbia un seguito più fortunato della ricetta elettronica.

Il fascicolo sanitario elettronico è l’insieme di dati e documenti digitali del paziente di tipo sanitario e socio-sanitario generati da eventi clinici presenti e trascorsi. Lo scopo principale è quello di agevolare l’assistenza, facilitare l’integrazione delle diverse competenze professionali e fornire una base informativa consistente per migliorare tutte le attività assistenziali e di cura. IL TESTO

03 SET [QuotidianoSanità.it] – Prende in via oggi il Fascicolo Sanitario Elettronico, che rende più semplice per i cittadini l’esercizio del diritto alla salute. Il ministro della SaluteBeatrice Lorenzin ha infatti firmato il regolamento inserito nel quadro della nuova Sanità Digitale.
Il fascicolo sanitario elettronico è l’insieme di dati e documenti digitali di tipo sanitario e socio-sanitario generati da eventi clinici presenti e trascorsi, riguardanti l’assistito, che ha come scopo principale quello di agevolare l’assistenza al paziente, offrire un servizio che può facilitare l’integrazione delle diverse competenze professionali, fornire una base informativa consistente, contribuendo al miglioramento di tutte le attività assistenziali e di cura.
Nel rispetto delle normative per la protezione dei dati personali, il Fascicolo consentirà non solo al paziente di poter disporre facilmente di tutte le notizie relative al suo stato di salute ma permetterà al medico di accrescere la qualità e tempestività delle decisioni da adottare. Il modello di Fascicolo consentirà inoltre di evitare, attraverso i resoconti, l’incrocio dei dati e la trasparenza di essi, di evitare inefficienze e contribuirà a migliorare la programmazione, il controllo e la valutazione del sistema sanitario nel suo complesso, in un contesto sia italiano che europeo.
L’istituzione del Fascicolo Sanitario Elettronico rappresenta, quindi, il presupposto necessario per poter giungere ad una sintesi delle diverse istanze esistenti e promuovere la condivisione di un modello di riferimento nazionale, che coinvolge tutti gli enti e le strutture del SSN (sia i soggetti pubblici, sia i soggetti privati accreditati) e tutti gli assistiti del SSN.
L’Iter procedurale verrà definito con l’acquisizione delle firme dei ministri concertanti, della Semplificazione e Pubblica Amministrazione Maria Anna Madia e dell’Economia e Finanza Pier Carlo Padoan.
I contenuti del Fse sono rappresentati da un nucleo minimo di dati e documenti, nonché da dati e documenti integrativi che permettono di arricchire il fascicolo stesso.

Il nucleo minimo è costituito da:
a) dati identificativi
b) referti
c) verbali pronto soccorso
d) lettere di dimissione
e) profilo sanitario sintetico
f) dossier farmaceutico
g) consenso o diniego a donazione organi e tessuti

I dati o documenti integrativi:
a) prescrizioni
b) prenotazioni
c) cartelle cliniche
d) bilanci di salute
e) assistenza domiciliare
f) piani diagnostico-terapeutici
g) assistenza residenziale e semi residenziale
h) erogazione farmaci
i) vaccinazioni
j) prestazioni di assistenza specialistica
k) prestazioni di emergenza-urgenza
l) prestazioni di assistenza ospedaliera in regime di ricovero
m) certificati medici
n) taccuino personale dell’assistito
o) relazioni relative alle prestazioni erogate dal servizio di continuità assistenziale
p) autocertificazioni
q) partecipazione a sperimentazioni cliniche
r) esenzioni
s) prestazioni di assistenza protesica
t) dati a supporto delle attività di telemonitoraggio  dati a supporto delle attività di gestione integrata di percorsi diagnostici terapeutici.

03 settembre 2015 © Riproduzione riservata

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?