ACP > InformACP > Il Blog ACP > “Qualità dell’aria nelle scuole, rischi per la salute e prevenzione”. Arriva il corso di formazione ambientale dell’ISPRA e Ministero della Salute
14 Mar 2016
stampa

“Qualità dell’aria nelle scuole, rischi per la salute e prevenzione”. Arriva il corso di formazione ambientale dell’ISPRA e Ministero della Salute

Obiettivo è formare e informare sui fattori di rischio di natura fisica, chimica e biologica presenti nell’aria interna delle scuole e rilevanti per salute e benessere di alunni, docenti e personale scolastico. “Numerosi studi confermano il ruolo di alcuni inquinanti biologici e chimici nel provocare reazioni allergiche, crisi asmatiche e disturbi respiratori, specie nei bambini”. Siamo lieti che il Ministero della Salute si sia finalmente accorto dell’importanza di formare adeguatamente i docenti e il personale scolastico su una questione così importante, tanto che dal 2005 è oggetto di studio nel gruppo “Pediatri per un mondo possibile” dell’ACP.

 

Obiettivo è formare e informare sui fattori di rischio di natura fisica, chimica e biologica presenti nell’aria interna delle scuole e rilevanti per salute e benessere di alunni, docenti e personale scolastico. “Numerosi studi confermano il ruolo di alcuni inquinanti biologici e chimici nel provocare reazioni allergiche, crisi asmatiche e disturbi respiratori, specie nei bambini”

26 FEB [Quotidianosanità] – L’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale – ISPRA e il Ministero della Salute, nell’ambito del progetto INTiERIM, INTegrating indoor voc Emission Risk Management, propongono il corso di formazione Qualità dell’aria indoor nelle scuole, rischi per la salute e prevenzione.
Obiettivo del corso è formare e informare sui fattori di rischio di natura fisica, chimica e biologica presenti nell’aria interna delle scuole e rilevanti per salute e benessere di alunni, docenti e personale scolastico, ma anche fornire un quadro degli strumenti normativi e gestionali a disposizione di scuole ed enti locali per le azioni preventive di tutela della salute degli occupanti.
“L’inquinamento dell’aria interna (indoor) – si legge in una nota del Ministero della Salute – e il comfort microclimatico sono determinanti importanti per la salute di studenti, lavoratori e per i gruppi più vulnerabili quali bambini, adolescenti e soggetti allergici e asmatici. Numerosi studi confermano il ruolo di alcuni inquinanti biologici e chimici nel provocare reazioni allergiche, crisi asmatiche e disturbi respiratori, specie nei bambini”.
I principali destinatari del corso sono i dirigenti scolastici, i responsabili della prevenzione, il personale delle Unità tecnico-amministrative degli Uffici gare e appalti di scuole ed enti locali, gli operatori dei sistemi di prevenzione sanitaria e ambientale, come il Sistema delle Agenzie di Protezione Ambientale o Dipartimenti di prevenzione delle ASL.
Nella sua prima edizione, il corso è rivolto principalmente agli Istituti scolastici della Regione Lazio, verranno comunque valutate eventuali richieste d’iscrizione da istituti scolastici di altre Regioni. Il corso, erogato in modalità a distanza (e-learning), sarà attivato a partire dal 15 aprile e avrà termine il 10 giugno 2016. Si articolerà in 3 moduli formativi che tratteranno le tematiche più attuali relative alla qualità dell’aria indoor nelle scuole. Inoltre saranno messi a disposizione dei partecipanti materiali per lo studio e l’approfondimento individuale. A completamento del percorso formativo sarà rilasciato un attestato di partecipazione.
Per poter partecipare al corso è necessario iscriversi compilando on line entro e non oltre il 29 marzo 2016.

26 febbraio 2016 © Riproduzione riservata

 

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?