ACP > News > LE ITALIE DEI SERVIZI EDUCATIVI
29 Apr 2016
stampa

LE ITALIE DEI SERVIZI EDUCATIVI

Bambini 0-2 anni presi in carico dai servizi per l’infanzia (asili nido e servizi integrativi) nell’a.s. 2012-2013
I servizi educativi per la prima infanzia (asili nidi e servizi integrativi), strategici per lo sviluppo precoce delle competenze dei bambini e per la conciliazione del lavoro femminile, continuano a rappresentare uno dei punti deboli del nostro paese. I dati sono fermi all’anno scolastico 2012-2013, ma dall’ultima pubblicazione sono rivisti al ribasso da Istat: la media italiana è stata portata dal 13,5% al 13%, esattamente 20 punti percentuali sotto l’Obiettivo di Lisbona del 33%. Impressionano come sempre le voragini tra regione e regione, quasi a raccontare paesi diversi: in Calabria, Campania e Puglia meno di 1 bambino su 20 frequenta l’asilo nido o un servizio integrativo. Nessuna regione italiana ha raggiunto il traguardo europeo.
(Anno: 2012-2013. Fonte: ISTAT)

La mappa è interattiva, fai click sulle regioni per vedere i dati.