ACP > Editoria > Pagine Elettroniche dei Quaderni ACP > L'articolo del mese > Ossigeno ad alti flussi: non solo nella bronchiolite?
Pagine Elettroniche dei Qacp - 2019; 26(6): am.1

Ossigeno ad alti flussi: non solo nella bronchiolite?

La somministrazione dell’ ossigeno con cannule ad alti flussi (HFNC) nella bronchiolite si è rapidamente diffusa nei reparti di pediatria generale e d’ urgenza, anche al di fuori delle terapie intensive pediatriche, con buoni risultati, almeno nell’ esperienza comune. La letteratura non ha ancora fornito su questo evidenze definitive, soprattutto nel confronto con la somministrazione usuale di ossigeno con cannule (SOT) e con la più complessa CPAP nasale (nCPAP). Questa metanalisi estende la sua osservazione al confronto tra le tre metodiche non solo nella bronchiolite, ma anche nel distress respiratorio secondario a polmonite. In bambini di età inferiore a 5 anni, l’ HFNC risulta più efficace della SOT nel garantire il successo terapeutico, ma sembra meno risolutiva della nCPAP nel piccolo lattante con impegno respiratorio più marcato. L’ orientamento attuale è di riservare l’ HFNC ad una seconda linea di trattamento quando la SOT fallisce e di tenere la nCPAP come ulteriore risorsa nei casi che non rispondono all’ HFNC.

High-flow oxygen: not only in bronchiolitis?
Oxygen supplementation with high-flow nasal cannula (HFNC) in bronchiolitis has been extensively and successfully adopted in general and emergency pediatric units also outside pediatric intensive care settings. Nevertheless, there is not yet general consensus on the role of HFNC in treatment of infants with bronchiolitis, hypoxemia and respiratory distress, especially if compared with standard oxygen therapy (SOT) and nasal CPAP (nCPAP). This meta-analysis summarizes the best evidences on the comparison between these three methods of oxygen administration, not only in bronchiolitis but also in respiratory distress due to pneumonia. In children younger than 5 years, HFNC reduced the risk of treatment failure when compared with SOT. However, nCPAP showed a lower risk of treatment failure than HFNC in infants age 1-6 months with moderate-to-severe respiratory distress. Suggested approach is to reserve HFNC as a second-line therapy in the case of SOT failure and to escalate to nCPAP if the infant does not respond to HFNC.

L'articolo del mese
Pagine Elettroniche dei Quaderni ACP
Bimestrale di informazione politico culturale e ausili didattici dell'Associazione Culturale Pediatri

Open access
La rivista aderisce agli obiettivi di diffusione gratuita online della letteratura medica

Indicizzata in SciVerse Scopus e in Google Scholar

Quaderni acp
ISSN: 2039-1382

Pubblicazione iscritta nel registro Nazionale della Stampa n° 8949 ® ACP

Se non hai trovato quello che volevi effettua una ricerca.


Tutto il sito    Quaderni ACP Newsletter Pediatrica PUMP
  

stampa

Nessun commento, vuoi essere il primo?